Roma, piromani terrorizzano Monteverde: cassonetti bruciati, carbonizzata un’auto

Piromani tornano a colpire con un incendio che ha distrutto diversi cassonetti Ama e carbonizzato un'auto posteggiata nei pressi

Immagine di repertorio

Roma: tornano a manifestarsi nella Capitale i piromani, in questo caso stanotte, lunedì 15 maggio a Monteverde ne sono stati dati alle fiamme diversi, coinvolgendo anche un’auto in sosta poco distante, in un incendio che lascia pochissimi dubbi, data la dinamica, sull’origine dolosa del gesto.

Piromani tornano a colpire con un incendio che ha distrutto diversi cassonetti Ama e carbonizzato un’auto posteggiata nei pressi

In questo caso tutto sarebbe partito nei pressi di via Bernardino Ramazzini, per il secondo episodio nel giro di un mese nello stesso quadrante della città.

Ora le forze dell’ordine, chiamate in massa nella notte dalle segnalazioni dei residenti intorno alle 2 di stanotte con il supporto dei pompieri per spegnere le fiamme impedendo che si propagassero ancora.

Si indagano per confermare la natura del gesto, ma i dubbi sono pari allo zero, dato che sono stati trovati alcuni punti d’innesco.

Si cerca dunque capire se ci sia dietro la mano di un teppista di quartiere o sia frutto della malavita organizzata, con la zona adiacente alla via portuense, alla Croce Rossa e all’Ospedale Lazzaro Spallanzani che ora sono avvolti dal pessimo odore di plastica bruciata.

Saranno a questo scopo passate al setaccio le telecamere di videosorveglianza del quartiere per capire l’ora esatta e quanti possano essere i piromani entrati in azione durante la notte.

Ad andare distrutta anche un’auto parcheggiata, una Ford Fiesta, con il proprietario che di fatto si è ritrovato la macchina carbonizzata e gravemente danneggiata, e, poco prima, c’era un cassonetto completamente squagliato dal calore che poi si è propagato alla parte anteriore della macchina, distruggendola.

Non da oggi, infatti, proprio per questo fenomeno criminale messo in atto dai piromani, spesso tanti cittadini e residenti della Capitale hanno paura a posteggiare il proprio veicolo accanto ai cassonetti, per timore di ritrovarsi l’auto o lo scooter ridotti in un cumulo di cenere e ferraglia.

Ci si augura dunque che l’ordinanza anti-roghi firmata da pochissimi giorni dal Sindaco Roberto Gualtieri, in anticipo di circa un mese rispetto al 2022, riesca davvero a proteggere da roghi e fenomeni simili Roma ed il suo hinterland, attuando pattugliamenti rafforzati in tutta la Città Eterna.

Giusto ieri, ma nell’hinterland di Latina, a Sezze, altre due auto parcheggiate erano state bruciate in un altro incendio di probabile origine dolosa, risvegliando all’alba tutto il vicinato.