Roma, disabile malmenato al parco dal branco per uno zaino: caccia a tre bruti

Il disabile è stato assalito mentre era intento a leggere in un parco e rapinato di uno zaino contenete effetti personali

Roma: la scia di sangue per le strade della Capitale non accenna a diminuire, con diverse violente aggressioni che si susseguono senza soluzione di continuità, dopo l’agguato mortale al militare Danilo Pipitone (leggi qui) e alla ragazza picchiata sotto casa al Pigneto (leggi qui). In quest’ultimo caso è stato malmenato un disabile di 50 anni, vittima di un branco di bruti che lo hanno attaccato e rapinato dello zaino che aveva con sè, all’interno di un parco pubblico capitolino.

Il disabile è stato assalito mentre era intento a leggere in un parco e rapinato di uno zaino contenete effetti personali

L’assalto si è verificato nel pomeriggio di lunedì scorso, 6 febbraio, quando l’uomo era tranquillamente seduto a leggere su una panchina del Parco del Pineto, verso le 15.45.

Attaccato in un lampo da un gruppo di almeno tre persone con un forte accento dell’est europeo, è stato strattonato e portato dietro a un cespuglio del parco, picchiato e rapinato dello zaino che conteneva effetti personali, tra i quali un cellulare, le chiavi di casa e occhiali da vista.

Gli aggressori avevano tentato un primo approccio chiedendogli da fumare e al rifiuto del 50enne, dato che questi aveva risposto loro che non era un fumatore, è scattata l’aggressione.

Dai primi risvolti a seguito della denuncia dei fatti resa agli agenti di polizia del commissariato di Primavalle dalla sorella, erano tutti ragazzi giovani, tra i 20 ed i 30 anni, che si sono dati subito alla fuga non appena alcune persone all’interno del parco hanno notato la scena.

Il cittadino è stato poi portato al vicino ospedale San Filippo Neri per accertamenti clinici a seguito delle botte subite, arrivando al nosocomio in forte stato di shock.

In particolare gli assalti di questo periodo sono fatti da criminali che attaccano le fasce più deboli della popolazione, come ad esempio gli anziani.

Tra questi crimini spicca la truffa con botte ai danni di una signora che è stata aggredita all’eur da due giovani di origine campana che si erano spacciati per postini, poi catturati dalle forze dell’ordine (leggi qui).

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.