Terremoto nella notte ai Castelli romani

Scossa avvertita dal litorale romano fino all'area est

terremoto

La terra ha tremato la notte scorsa nei Castelli Romani. Una scossa avvertita il molte zone dell’area di sud dell’hinterland ha svegliato i residenti, molti dei quali sono scesi in strada per lo spavento.

Scossa avvertita dal litorale romano fino all’area est

Alle 2,46 di domenica 22 gennaio  è stata registrata una scossa di terremoto di magnitudo 3.2 nell’area a est di Roma: lo comunica l’Ingv precisando che l’epicentro è stato a 10 km di profondità nel comune di Colonna.

Dopo la scossa – avvertita chiaramente in tutta l’area – non si registrano danni a cose o persone. Tanta la paura al punto che centinaia di persone sono scese in strada per scampare ad eventuali ulteriori scosse.

Immediatamente dopo è iniziato il tam tam sui social con segnalazioni del fenomeno provenienti dal litorale romano fino a Guidonia, cittadina quest’ultima interessata negli ultimi tempi da scosse telluriche piuttosto frequenti.

Questa la comunicazione diffusa dalla sala operativa dei Vigili del fuoco di Roma e provincia: “Nessuna segnalazione di danni è giunta alla sala operativa del comando dei vigili del fuoco di Roma per la scossa di magnitudo 3.2 registrata dall’Ingv alle 2:46 tra i comuni di Colonna, Tivoli e San Gallicano nel Lazio”.

Terremoto a Guidonia, l’Ingv: “Non dipende dalle attività locali”