La classifica 2022 dei supermercati più convenienti, ecco dove fare la spesa per risparmiare fino a 3.000 euro l’anno

La spesa non è un'attività banale come può sembrare. Praticata in un certo modo potrebbe far risparmiare anche 3000 euro all'anno. Nell'articolo scoprirete dove si trova il supermercato più conveniente d'Italia nel 2022 e conoscere il curioso caso del "detersivo di Milano"

supermercati convenienti 2022

In un momento storico in cui bisogna stare attenti anche al centesimo di euro che si spende, Altroconsumo stila una classifica interessante sui vari prezzi praticati dai supermercati di tutta Italia. Ne esce fuori una guida da seguire per arrivare all’impresa di poter risparmiare addirittura fino a 3000 euro all’anno, ovvero ben 250 euro al mese. Se volete conoscere le note catene dei supermercati che praticano i prezzi più convenienti e le rispettive città non vi resta che scorrere in basso e leggere questo articolo che potrebbe cambiare le vostre abitudini di vita. Vi sveliamo anche qual è il supermercato più conveniente d’Italia e dove si trova. Allacciate le cinture, allora, si risparmia.

Quali sono i supermercati più convenienti del 2022

Sono Eurospin e Aldi i discount in testa alla classifica della convenienza per il 2022. Scegliendo i prodotti meno cari una famiglia può risparmiare fino a 3.350 euro sulla spesa annua. In terza e quarta posizione ci sono Esselunga Superstore ed Esselunga, dove i prezzi sono mediamente più alti del 9 e 12% rispetto a quelli dei discount in testa, ma dove la spesa risulta la più conveniente per chi preferisce prodotti di marca. L’inchiesta di Altroconsumo ha monitorato 1,67 milioni di prezzi in 67 città, presso 1.171 negozi: 700 supermercati, 125 ipermercati e 346 discount.

Supermercati convenienti 2022: Eurospin e Aldi in testa alla classifica dei discount

Per chi guarda soprattutto alla convenienza le regine della classifica sono Eurospin e Aldi (a pari merito): qui, scegliendo i prodotti meno cari, la spesa costa fino al 34% in meno rispetto a Carrefour Market e tra il 9 e il 12% in meno rispetto a Esselunga Superstore ed Esselunga. Per quanto riguarda, invece, i prodotti di marca, Esselunga garantisce la maggiore convenienza. Secondo Altroconsumo in un carrello di prodotti di marca all’Esselunga si risparmia fino al 9% in meno rispetto alla più costosa Carrefour Market (all’ultimo posto in classifica).

Carrefour prima in classifica per marchio commerciale

Per chi sceglie i prodotti con marchio commerciale (cioè con il brand del supermercato) il titolo di miglior convenienza del 2022 va a Carrefour nel 2022, che supera Conad. I meno economici sono Bennet, Eurospar ed Esselunga: sono infatti più costosi rispettivamente del 19%, 18% e 16% rispetto a quelli Carrefour.

Ecco qual è il supermercato più conveniente d’Italia

Siete pronti a conoscere qual è il supermercato più conveniente d’Italia? Il punto vendita più economico tra quelli visitati è Emisfero di Vicenza, seguito da Mega di Treviso ed Esselunga di Mantova. Il supermercato più caro dell’inchiesta, invece, è Sigma di Ravenna, seguito da Coop di Venezia e Sigma di Parma.

…E la città più conveniente?

Chi fa la spesa a Parma risparmia di più che nel resto d’Italia. Se i cittadini andassero sempre nei posti meno cari potrebbero tagliare i costi della spesa del 18%, circa 1.410 euro all’anno. In generale, al nord si risparmia di più. È possibile risparmiare molto scegliendo il negozio meno caro anche a Venezia, Bologna, Ravenna e Vicenza. Al contrario, a Teramo, Taranto e Potenza, il massimo risparmio possibile oscilla tra 145 e 220 euro (2-3% della spesa totale annua). Nella classifica della convenienza del 2022 i primi 13 supermercati sono tutti al Nord. Il primo supermercato del centro-sud è in quattordicesima posizione ed è la Coop-Fi di Sesto Fiorentino, seguito in quindicesima posizione da Spesa 365 di Bari.

Chi ha aumentato di più i prezzi? Il caso del detersivo di Milano

Al contrario chi ha aumentato di più i prezzi. In particolare sono stati i discount a registrare gli aumenti maggiori con un + 5,2%, anche se rimangono più economici rispetto a super e ipermercati. Questi ultimi hanno mantenuto i prezzi praticamente stabili, +1% in media. Altro dato curioso emerso dall’indagine è che lo stesso prodotto, nella stessa città, può arrivare a costare anche il triplo in base al punto vendita scelto. Ad esempio, a Milano un detersivo per la lavatrice costava 7,50 euro in un supermercato e 2,75 euro in un altro: una differenza di prezzo del 173%.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.