Roma, il piano dei ladri in gioielleria riesce a metà: complice rimane bloccato all’interno

Arrestato il complice che aveva distratto la commessa dell'esercizio commerciale con la scusa di ricevere alcune informazioni

Roma: una coppia di ladri aveva architettato, nei giorni scorsi,  al fine di fare razzia in una gioielleria di via Appia Nuova, un escamotage semplice ma efficace che ha fruttato un bottino di circa 10mila euro. Ma è riuscito a metà, nel senso che uno dei malviventi, quello con i preziosi è riuscito a fuggire, mentre l’altro è rimasto bloccato per la chiusura ermetica del porta dell’esercizio commerciale.

Arrestato il complice che aveva distratto la commessa dell’esercizio commerciale con la scusa di ricevere alcune informazioni

Chiedendo ad uno dei commessi alcune informazioni, chiaramente un pretesto per rubare, uno dei due teneva impegnato il personale della gioielleria, mentre l’altro faceva razzia di svariati anelli, appunto, del valore complessivo di 10mila euro e poi se ne è andato a gambe levate.

Non è riuscito a fare lo stesso l’uomo che aveva messo in atto lo stratagemma, un 58enne georgiano che è stato arrestato dagli agenti del commissariato San Giovanni Giunti sul posto, mentre il ladro col bottino scappava in direzione Piazza Re di Roma.

Il malfattore catturato è stato sanzionato con 8 mesi di prigione e 200 euro di multa, mentre per l’altro sono in corso le indagini grazie ai circuiti di videosorveglianza esterni ed interni alla gioielleria.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Balduina, banda della spaccata in azione: svaligiata una gioielleria