Sciopero a Roma: a rischio bus, tram e metro per 4 ore

In arrivo un altro venerdì nero per la mobilità della capitale.

roma-lido sciopero

In arrivo un altro venerdì nero per la mobilità della capitale. Il 3 dicembre a Roma è prevista una giornata di sciopero con il trasporto pubblico e privato a rischio per 4 ore, dalle 8.30 alle 12.30, per la protesta indetta dal sindacato Ugl.

A rischio quindi, bus, tram, metropolitane e ferrovie della Roma-Lido, Termini-Centocelle e Roma-Civitacastellana-Viterbo. Il servizio sarà comunque regolare prima delle 8.30 e dopo le 12.30. Problemi potrebbero insorgere anche sulle linee Cotral.

Sciopero a Roma: la nota dell’Atac

Atac “richiama tutto il personale al corretto esercizio del diritto di sciopero nell’ambito della durata dello stesso, secondo le modalità indicate dalle organizzazioni sindacali proclamanti. In ottemperanza alle disposizioni di cui sopra, le Direzioni competenti provvederanno ad emanare apposite istruzioni finalizzate a garantire i presidi necessari e la ripresa del servizio all’utenza al termine dello sciopero programmato, in analogia con quanto previsto in occasione degli scioperi di 24 ore”.

Le motivazioni

Di seguito le motivazioni poste a base della vertenza dalla organizzazione sindacale Ugl:

  • per la discriminazione in essere tra lavoratori in possesso e non di green pass
  • per le intimidazioni e le ritorsioni che stanno verificandosi vista l’autonomia decisionale lasciata alle aziende per stabilire le procedure aziendali in materia di applicazione del green pass
  • per il mancato rispetto della tutela dei lavoratori – anche se le norme prevedono limiti al potere disciplinare del datore di lavoro, si stanno verificando casi di gravi violazioni
  • per la possibilità che i tamponi per la certificazione verde siano elargiti gratuitamente a tutti i lavoratori interessati per far rispettare alle aziende il loro obbligo determinato dalla legge 81/08 di sorveglianza sanitaria e prevenzione per la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro
  • perché la situazione del trasporto pubblico locale che si prospetta è a dir poco surreale: si richiede l’obbligatorietà di un green pass a chi conduce il mezzo, ma non a chi ne fruisce
  • per l’assente tutela agli operatori front line vittime degli effetti post covid
  • per la non applicazione nella maggior parte delle aziende del settore mobilità dell’Art. 1.2 punto b secondo alinea dell allegato al DPCM del 12-10-2021 in GU n. 244 il 14.-10-21 parte integrante del DL 127 del 21- 09-21.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Leggi anche: Roma, piano anti-Covid: mascherine all’aperto, strade transennate e chiusura delle stazioni

Roma, piano anti-Covid: mascherine all’aperto, strade transennate e chiusura delle stazioni