Sostenibilità: l’aeroporto di Fiumicino ha ricevuto un importante riconoscimento

Gli scali Fiumicino e Ciampino hanno ottenuto la più alta certificazione Airport Carbon Accreditation 4+ “Transition” di ACI Europe

L’aeroporto di Fiumicino e quello di Ciampino, primi in Europa, hanno ottenuto la più alta certificazione Airport Carbon Accreditation 4+ “Transition” di ACI Europe sulla riduzione delle emissioni dirette e indirette di CO2 negli aeroporti.

Sostenibilità: l’Aeroporto di Fiumicino ha ricevuto un importante riconoscimento

Aeroporti di Roma conferma la propria determinazione sul fronte della Sostenibilità e in particolare sulla lotta al cambiamento climatico. Gli scali di Fiumicino e Ciampino, primi in Europa, hanno ottenuto la più alta certificazione Airport Carbon Accreditation 4+ “Transition” di ACI Europe sulla riduzione delle emissioni dirette e indirette di CO2 negli aeroporti.

Dal 2011, dopo l’ottenimento della prima certificazione ACA, Aeroporti di Roma ha costantemente ridotto le proprie emissioni di carbonio attraverso un piano di engagement di tutti gli stakeholder per portare ad un miglioramento delle performance carbon dell’intero settore.

Già dal 2013 lo scalo di Fiumicino è carbon neutral e per accelerare il percorso verso gli obiettivi degli accordi di Parigi, ADR ha deciso di azzerare del tutto le proprie emissioni e quindi diventare Net Zero Emission al 2030, con 20 anni di anticipo rispetto a quanto prefissato a livello di settore aeroportuale europeo (Net Zero 2050).

Troncone: «Contiamo di azzerare le emissioni di C02 entro il 2030.»

«Questa certificazione – ha detto l’AD di Aeroporti di Roma, MarcoTroncone – testimonia il nostro profondo impegno sui temi ambientali e la volontà di proseguire tenacemente su questa strada, convinti della necessità di integrare sempre di più la Sostenibilità e l’Innovazione nel nostro business. In considerazione del carattere carbon intensive del settore aviation e per preservare la connettività del futuro, la strategia di ADR è orientata alla rapida de-carbonizzazione degli aeroporti che gestisce. Contiamo infatti di azzerare le emissioni di C02 entro il 2030, in largo anticipo rispetto ai riferimenti europei di settore, con un piano principalmente rivolto a fonti rinnovabili e mobilità elettrica.»

In particolare ADR, concorre alla diminuzione delle emissioni complessive dei vari stakeholder che operano in aeroporto, come quelle delle compagnie aeree, mettendo a disposizione dei vettori entro il 2024 carburanti sostenibili (Sustainable Aviation Fuel) in grado di diminuire le emissioni del 60-80%.

«Inoltre – si legge nella nota –  Aeroporti di Roma favorirà la mobilità elettrica, con l’installazione di almeno 500 colonnine di ricarica per i veicoli elettrici, rinnovando completamente la propria flotta; inoltre presto saranno costruite in aeroporto due grandi centrali fotovoltaiche per una potenza complessiva di 60 MW.»

«Infine, il Leonardo da Vinci – unico aeroporto al mondo ad essere premiato da UNWTO sulla sostenibilità, è stato anche il primo ad aderire all’EP-100 di “The Climate Group”, l’iniziativa globale del Gruppo The Climate sull’uso più intelligente dell’energia, con l’impegno di aumentare la propria produttività energetica del 150% entro il 2026.»

 

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

 

Leggi anche: Test antigenico o molecolare direttamente in Aeroporto. Firmata convenzione tra Adr e Spallanzani

Test antigenico o molecolare direttamente in Aeroporto. Firmata convenzione tra Adr e Spallanzani

 

Leggi anche: