Roma Metropolitane, cassa integrazione dal 1° febbraio. Servizi a rischio da marzo

L'allarme lanciato dal liquidatore. Il Campidoglio: "Per Roma Metropolitane pronti 7 milioni"

termini

Roma Metropolitane viaggia a tutta velocità verso il crac. La società che gestisce le infrastrutture delle linee A, B e C per conto del Comune è a un passo dal fallimento: a marzo, salvo interventi di emergenza, chiuderà definitivamente i battenti.

Motivo: la mancata approvazione dei bilanci, dal 2016 al 2019, avrebbe determinato problemi di liquidità tali che senza un sostegno ad hoc non appaiono superabili. Tanto che dal prossimo primo febbraio tutti i lavoratori saranno posti in cassa integrazione.

roma

A lanciare l’Sos in Commissione Mobilità è stato il liquidatore della società, Andrea Mazzotto, che ha indicato alla Giunta guidata da Virginia Raggi il mese di marzo come termine ultimo per sbloccare la situazione. Senza ulteriori fondi infatti la società non avrà più modo di operare, e il servizio è a rischio.

Il Campidoglio però oggi, 29 gennaio, ha fatto sapere di essere pronto a corrispondere a Roma Metropolitane 7 milioni di euro per sanare i suoi debiti. Prima, tuttavia, occorre attendere il parere tecnico della Corte dei Conti.

roma

A seguito di alcune sentenze “è stato necessario revisionare gli atti presentati dal liquidatore di Roma Metropolitane. Un’attività molto delicata e complessa che stiamo chiudendo”, fa sapere il Comune.

Ma “non ci sarà nessun blocco dei servizi metro”, rassicura il Campidoglio. Il vicesindaco Pietro Calabrese, assessore ai Trasporti, sottolinea: “L’indirizzo politico è stato quello di trovare un ente superiore per accertare lo strumento idoneo affinché si possano riconoscere le somme anche in futuro”.

“Mettere in sicurezza l’azienda significa anche questo”, prosegue Calabrese, “e se non risolviamo il problema legale a monte, può ripresentarsi”.

Un’eventuale chiusura della società metterebbe a rischio i cantieri avviati per il prolungamento della Linea C, e più in generale tutte le attività gestite da Roma Metropolitane: una circostanza che il Campidoglio – che intende rilanciarla – è determinato a scongiurare.

Il problema sono i tempi che stringono: i lavoratori di Roma Metropolitane infatti andranno in cassa integrazione dal primo febbraio.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte

Ti potrebbe interessare anche: Report Mal’Aria, Legambiente: “Roma, troppi giorni di smog fuori i limiti”

Report Mal’Aria, Legambiente: “Roma, troppi giorni di smog fuori i limiti”