Roma, ruba 1500 euro a una persona che prelevava al bancomat: arrestato 20enne spagnolo

Il cittadino spagnolo è stato rincorso e bloccato dai residenti del quartiere dopo averlo visto derubare una persona al bancomat

Roma: la polizia di stato del commissariato di Torpignattara, nei giorni scorsi, durante i consueti pattugliamenti del territorio per prevenire ogni tipo di reato predatorio ha colto in flagranza di reato e arrestato un 20enne cittadino spagnolo, ora gravemente indagato per il reato di rapina, perpetrata nei dintorni di un bancomat della Capitale.

Il cittadino spagnolo è stato rincorso e bloccato dai residenti del quartiere dopo averlo visto derubare una persona al bancomat

Il giovane iberico è stato notato da diverse persone mentre sfilava dalle mani 1500 euro ad un’altra persona che stava prelevando da un bancomat situato su via Prenestina e poi si dava alla macchia correndo per le vie del quartiere.

Con movimenti rapidissimi l’indagato era riuscito a scappare dall’aggredito che cercava di bloccarlo tenendolo per il bavero del giubbotto e poi aveva seminato altri passanti che, vista la scena, lo avevano rincorso.

A un certo punto però, un’altra persona, staccatasi dal gruppo di inseguitori, gli ha sbarrato la strada ed essendo molto corpulento, e ne ha rallentato la fuga.

A quel punto lo spagnolo, vistosi accerchiato, ha provato a convincere la vittima dello scippo ridandogli il denaro sottratto, ma quest’ultimo non ne ha voluto sapere e all’arrivo della polizia, allertata dai residenti del quartiere, lo ha denunciato.

Pertanto i poliziotti hanno ammanettato il ventenne e l’arresto è stato convalidato dall’Autorità Giudiziaria.

Ricordiamo tuttavia, come sempre, ai nostri lettori, che la persona indagata è da considerarsi come presunta innocente, in attesa della celebrazione del processo e in attesa della sentenza definitiva di condanna, al termine della fase attuale del procedimento, ossia quella delle indagini preliminari.

Recentemente, sempre nella Capitale vi abbiamo descritto di altre due rapine, quella nella quale è stato arrestato un uomo che faceva razzia, armato, di denaro e gratta e vinci nelle tabaccherie capitoline e quella nella quale è finito in manette un giovane di 19 anni che era solito rapinare di soldi e oggetti di valore come cellulari i suoi coetanei, minacciandoli in strada, brandendo martello e coltello.

Se vuoi approfondire queste vicende, clicca sulle parole chiave colorate in arancione, ed accedi agli articoli dedicati.