Riprendono i lavori sulla Metromare che chiude di sera

Metromare, torna un treno CAF e riprendono i lavori su tutta la linea con bus sostitutivi: pendolari denunciano continui malfunzionamenti

Metromare: la novità ma che in realtà era prevista per il prossimo 19 settembre, è che riprenderanno i lavori per il rinnovo dell’infrastruttura ferroviaria sull’intera linea da Porta San Paolo a Cristoforo Colombo e viceversa.

I lavori si svolgeranno, così come avveniva prima dell’interruzione estiva, in fascia notturna, ma aggiungeranno comunque altre complicanze negli spostamenti, alle tribolazioni che stanno continuando a vivere i pendolari, delusi da un servizio che ha visto cambiare solo il nome con addirittura un peggioramento, tra corse soppresse e impianti di sollevamento non funzionanti.

Metromare, torna un treno CAF e riprendono i lavori su tutta la linea con bus sostitutivi: pendolari denunciano continui malfunzionamenti

Il prossimo lunedì 19 settembre inizieranno in lavori sulla ferrovia Metromare (ex Roma-Lido), che vedranno il progressivamente rinnovamenti dei binari sull’intera tratta, compresi gli scambi in linea e di ripristino delle canaline porta cavi. Sono lavori che perdureranno fino al completamento dell’intera linea, svolgendosi prevalentemente in orario notturno con una chiusura anticipata della linea.

Gli ultimi treni prima dell’entrata in servizio dei bus sostitutivi, saranno quelli che partiranno: dalla Cristoforo Colombo in direzione Porta San Paolo alle ore 21.00 e da Porta San Paolo in direzione Cristoforo Colombo alle 20.48. in ogni caso la chiusura per i lavori avverrà al massimo alle ore 21,30 con l’attivazione dei bus sostitutivi che si fermeranno in tutte le stazioni ferroviarie, in orari ovviamente coincidenti con quelli dei treni.

Disagi dei pendolari e nessun miglioramento nel passaggio da Atac a Cotral

Attese sulla banchina di oltre 20 minuti e sempre soli quattro treni in servizio, sempre che i treni non si fermino del tutto sui binari e quando questo accade con il maltempo, dai malumori si passa all’agitazione incontrollata.

Ieri come ha segnalato in una nota Andrea Bozzi, consigliere della lista Calenda nel X Municipio, qualcuno ad Acilia ha preso a calci la porta di un ufficio danneggiandola e spaventando il personale che paga le responsabilità di altri: “Sono atti da condannare totalmente, ma politicamente rappresentano anche un fallimento dell’amministrazione regionale”.

Con la ripresa della scuola, si è riaperto un triste sipario sulla Metromare, con troppe corse soppresse per mancanza di treni e non di personale, come specificato nelle comunicazioni agli utenti, con attese di oltre 20 minuti e sempre soli quattro treni in servizio.

Una situazione già intollerabile in estate, ma ancor più grave con la ripresa della piena attività lavorativa dei romani, sottolineando quanto già si temeva, e cioè che il passaggio da Atac a Cotral del 1 luglio e la nuova utopistica denominazione di Metromare della Roma-Lido, non ha prodotto nessun miglioramento, anzi, se possibile l’esasperazione dei pendolari aumenta.

Quanto poi scandaloso ed inaccettabile è che gli impianti di sollevamento di tutte le stazioni sono sempre fuori servizio come denuncia giustamente il Comitato Pendolari Roma Ostia con un bollettino aggiornato quasi quotidianamente, e che ha raggiunto il 9 settembre addirittura il record di 22 ascensori rotti su 30, praticamente il 66% del totale.

Una vergogna che prosegue senza che vengano prese soluzioni concrete – sottolinea Francesco Carpano, Lista Calenda – come quella più volte votata all’unanimità nei consigli dei Municipi XI e X di spostare due treni dalle Metro per metterli sulla Roma-Lido (ora Metromare), ma rimasta sempre lettera morta con generiche rassicurazioni del Campidoglio che oggi possiamo definire promesse al vento”.

Torna dal restauro un treno CAF

Intanto il 15 settembre scorso è stato consegnato presso il deposito di Magliana Nuova il primo treno CAF restituito dopo il restauro. L’MA 379-388 è tornato dalla revisione generale presso gli stabilimenti Allstom, una revisione completa di tutte le sue parti con tanto di rivestimento, con la livrea Metromare, con l’immissione in servizio dopo le verifiche e le autorizzazioni, e nella speranza come commenta Odissea Quotidiana: “Che non faccia la stessa fine del progetto Freccia del Mare”

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.