As Roma, non solo mercato, ufficiale l’annuncio dell’area per il nuovo stadio: ecco dove sorgerà

Comunicato ufficialmente in una nota redatta con il Campidoglio l'accordo di massima sull'area urbana dove far sorgere il nuovo stadio giallorosso

Il calcio riparte
Un'immagine di repertorio dello Stadio Olimpico

Non solo calciomercato, non solo la preparazione per la nuova stagione agonistica 2022/2023 con la As Roma di Josè Mourinho che si è radunata a Trigoria lo scorso 4 di luglio in vista della pre-season che la porterà a debuttare contro la Salernitana a metà agosto prossimo.

Comunicato ufficialmente in una nota redatta con il Campidoglio l’accordo di massima sull’area urbana dove far sorgere il nuovo stadio giallorosso

Anche questioni extra-campo tengono banco in questi giorni, con la società di patron Dan Friedkin che annuncia l’intesa con il Campidoglio, in una nota ufficiale dove si conferma di “Prendere atto positivamente della volontà della società giallorossa di presentare al Comune uno studio di fattibilità per la realizzazione di uno stadio di proprietà in un’area comunale nella zona di Pietralata”.

Mesi e mesi di trattative segrete tra Trigoria e gli uffici capitolini hanno trovato uno sbocco nella comunicazione odierna, sul nuovo stadio. Una giornata a suo modo storica, questo 7 luglio. Dal primo esame urbanistico fatto sull’area, “Non sono stati evidenziati elementi ostativi”, leggasi, si potrà costruire a Pietralata.

Adesso, come prossimo passaggio per vedere realizzato lo stadio tutto giallorosso, una volta ricevuto il progetto preliminare si valuterà il tutto in base ad un “iter amministrativo disciplinato dalla cosiddetta ‘Legge Stadi’”.

Ovverosia adesso il Comune dovrà rilevare la discriminante del “pubblico interesse”, che non aveva ravvisato invece, tempo addietro, nel sito localizzato a suo tempo dal magnate ceco Radovan Vitek, anche lui interessato precedentemente a rilevare la Roma, poi andata alla proprietà americana, e contestualmente a costruire uno stadio di proprietà.

Resta evidente che il “pubblico interesse” risulta molto probabile, come si legge in un altro passaggio del comunicato in cui si scrive testualmente che Roma Capitale e As Roma condividono che il nuovo stadio dovrà essere il volano per la riqualificazione sostenibile e senza alcun aggravio urbanistico del quartiere di Pietralata, e, più in generale, per lo sviluppo della Capitale”.

Partendo da questo presupposto, il via libera comunale dovrebbe arrivare quasi per certo.

Adesso in molti si domandano come sarà il nuovo stadio della Lupa. Probabilmente, a quanto filtra, avrà una capienza massima tra 50 e 65mila posti, con parcheggi per auto e moto, tutti i comfort di un impianto sportivo di ultima generazione, con anche un centro commerciale, un centro sportivo ed un’area ludica immersa nel verde.

Ecco che così facendo risulterà integrato nel quartiere, costituendo un forte valore aggiunto anche per la città intera.

Rispetto al precedente progetto bocciato, quello di Tor di Valle, fallito proprio per le preoccupanti ripercussioni urbanistiche che avrebbe avuto anche a livello di viabilità, Pietralata parte già con un validissimo upgrade, un punto a favore: le fermate metro della linea B di Monti Tiburtini e di Quintiliani sono vicinissime all’area papabile per la costruzione del nuovo gioiello romanista e anche l’autostrada A24 è a breve distanza dall’area comunale.

Tutto, dunque, sembra propendere per Pietralata, facendo tramontare anche i rumors che volevano il nuovo stadio della Roma costruito vicino ai Mercati Generali o all’ex Gazometro.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Ecco le immagini dell’AS Roma di ritorno a Fiumicino: nessun incontro con i tifosi (VIDEO)