Roma, rider bengalese rapinato del cellulare grazie allo spray al peperoncino

Il rider stava effettuando consegne per Glovo in via dei Larici, al Quarticciolo

Roma: lo spray al peperoncino torna a far parlare di sé per fatti di cronaca nera, quando invece dovrebbe essere usato solo come strumento di difesa personale.

Il rider stava effettuando consegne per Glovo in via dei Larici, al Quarticciolo quando è stato accecato con del liquido al peperoncino

Nella fattispecie, un rider bengalese di 25 anni, lavoratore per Glovo, è stato rapinato dopo che un malvivente lo ha assaltato e ridotto all’impotenza spruzzandogli in faccia lo spray al peperoncino durante il turno di lavoro, mentre era intento ad effettuare alcune consegne in zona Quarticciolo, presso via dei Larici.

Per circa mezz’ora è rimasto ansimante a terra, perdendo l’uso della vista e gli è stato sottratto il cellulare, con il criminale che è poi scappato a piedi per le vie del quartiere di Roma.

Qui lo hanno trovato, a terra, i carabinieri di Cinecittà, giunti verso la mezzanotte di ieri, 20 giugno, accanto alla bicicletta che usava per spostarsi, che non è stata rubata.

Ancora sotto effetto del liquido urticante, con gli occhi rossi e lacrimanti, ha fornito tutte le informazioni che poteva ai militari per dare la caccia al rapinatore, ma quest’ultimo era già molto lontano.

Da fonti investigative, si sospetta che l’assalitore abiti vicino al luogo dell’attacco, e, a quanto ha raccontato il 25enne bengalese, prima l’uomo gli ha chiesto, come scusa per avvicinarsi, una informazione e poi gli ha sparato dritto in volto il liquido al peperoncino, tutto nel breve volgere di qualche istante.

partite le ricerche del bandito che, dal canto suo, era riuscito a fare perdere le tracce.

Soccorso e ricoverato in ospedale, adesso il rider è sotto osservazione, mentre si setacciano le  telecamere della zona per riuscire a dare una precisa identità al malfattore, visto che le indicazioni fornite dal dipendente di Glovo erano frammentarie, in quanto la sua vista era completamente e comprensibilmente annebbiata.

Giusto qualche settimana fa, agli inizi di giugno, una ragazza romena era stata rapinata in strada mentre rincasava, utilizzando la stessa tecnica (leggi qui), mentre era stato generato il panico al celebre concerto di musica elettronica del Circoloco (leggi qui) sempre perchè uno spettatore aveva utilizzato durante la kermesse dello spray al peperoncino.

Evacuata la Roma-Lido: passeggeri intossicati da spray al peperoncino (VIDEO)