Roma, violentano 20enne norvegese all’interno di un convitto: fermati due danesi

Le violenze all'interno del convitto di via Nino Bixio sarebbero state perpetrate lo scorso 14 giugno

violenza sessuale monirenne

Roma, una vacanza terribile quella trascorsa da una 20enne norvegese nella Capitale, che nei giorni scorsi sarebbe stata oggetto – il condizionale è d’obbligo in quanto le indagini da parte degli agenti del commissariato Viminale sono tuttora in corso – di una violenza sessuale da parte di due coetanei danesi, due giorni fa, la notte dello scorso martedì 14 giugno. L’aggressione a stampo sessuale sarebbe avvenuta all’interno di un convitto gestito da religiose in via Nino Bixio.

Le violenze all’interno del convitto di via Nino Bixio sarebbero state perpetrate lo scorso 14 giugno

La ragazza stessa ha provveduto a dare impulso alle indagini con la propria denuncia, raccontando di essere stata obbligata al rapporto sessuale nella sua stanza, da parte dei due ragazzi, anche loro turisti.

In base alle prime risultanze investigative, i due giovani sono stati fermati e non arrestati, sui quali pendono tuttavia diversi indizi di colpelvolezza e sono adesso in attesa della conferma dell’arresto da parte della autorità giudiziaria.

Le indagini vanno avanti spedite, anche acquisendo le immagini delle telecamere di videosorveglianza presenti sia internamente che esternamente alla struttura, da sempre meta di tanti turisti che la scelgono ogni anno per visitare Roma.

I tre si sarebbero conosciuti nella città Eterna e poi sarebbero scattate le violenze, con la donna che adesso è stata affidata alle cure dei sanitari, attivando tutte le varie procedure previste per chi è stata oggetto di violenza.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte

Guidonia, ha palpeggiato ripetutamente una minorenne: arrestato per violenza sessuale