Nettuno, sempre più crisi: il sindaco è senza maggioranza

Crisi nell'amministrazione comunale di Nettuno, che non trova pace da quando è partita l'inchiesta delle DDA di Roma sulla ndrangheta

nettuno covid buoni spesa

Crisi nell’amministrazione comunale di Nettuno, che non trova pace da quando è partita l’inchiesta delle DDA di Roma sulla ndrangheta presente sul litorale. Anche se nessun politico o amministratore comunale risulta indagato, l’arrivo della commissione d’accesso ha creato subbuglio all’interno della maggioranza.

Infatti quando si sono dimesse le assessore Maddalena Noce e Camilla Ludovisi, il sindaco Alessandro Coppola ha cercato di mettere una toppa reintegrando in giunta due assessore donne, Stefania Franchini e Maria Falcone. Ma non è bastato, perché sono arrivate le dimissioni dell’assessora al Bilancio Ilaria Coppola parente del prima cittadino, che in una lettera punta il dito contro le guerre interne al centrodestra.

Nettuno, il racconto della crisi

Poi sono arrivate le dimissioni del vicesindaco e assessore a sport, turismo e spettacolo Alessandro Mauro e del presidente del consiglio comunale Giuseppe Barraco che va all’opposizione. Il sindaco ora è senza maggioranza: su 25 consiglieri comunali lui ne ha appena 11. Per questo motivo il centrosinistra chiede a Coppola le dimissioni immediate e nuove elezioni.

Ricapitolando, si sono dunque dimessi dalla maggioranza di centro destra gli esponenti di Fratelli D’Italia, ovvero il vice sindaco Alessandro Mauro, il presidente del Consiglio comunale Giuseppe Barraco e i consiglieri Genesio D’Angeli e Lina Angelova.

Da quando il Prefetto di Roma ha istituito la Commissione di accesso, la vita politica del sindaco Coppola è diventata più complicata con la maggioranza che è andata in crisi. Pima le dimissioni dell’Assessora Maddalena Noce, poi quelle di Camilla Ludovisi e infine Ilaria Coppola.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Leggi anche: