Muore sul treno a 23 anni, aperta inchiesta

Il giovane, un 23enne di Velletri, si è sentito male mentre viaggiava in treno, probabilmente stroncato da un infarto: la procura ha aperto una inchiesta

TRASPORTI

Il malore improvviso mentre viaggiava e nessuna possibilità di salvarsi: un giovane di 23 anni nel pomeriggio di sabato 9 aprile è morto a Roma mentre si trovava su un treno partito dalla stazione Termini e diretto ai Castelli. La procura ha aperto una inchiesta e disposto l’autopsia.

Il giovane, un 23enne di Velletri, si è sentito male mentre viaggiava in treno, probabilmente stroncato da un infarto: la procura ha aperto una inchiesta

Il giovane, 23 anni da compiere, di Velletri, si è sentito male all’improvviso mentre il treno si avvicinava alla stazione Tuscolana.  Lo hanno soccorso subito dei passeggeri, il personale di Trenitalia ma anche – in attesa del 118 – gli agenti della Polfer presenti sul posto.

Nel frattempo che arrivasse l’ambulanza con medici a bordo che potesse assicurare un veloce e sicuro trasferimento in ospedale, però non c’è stato nulla da fare: il ragazzo è morto poco dopo il malore, probabilmente  causato da un infarto.

Il treno sul quale viaggiava è stato bloccato alla stazione Tuscolana, come i tre treni successivi. La circolazione è stata interrotta per un’oretta.

Secondo il racconto dei passeggeri che viaggiavano nello stesso vagone il 23enne si sarebbe sentito male mentre si trovava seduto al suo posto.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Monteverde, i vigili del fuoco salvano anziano dalla casa in fiamme: ora è in codice rosso