Ostia, accoltella l’amico: “Mi deve 30 mila euro” ma la storia è diversa

L'aggressione si è consumata questa mattina, 21 gennaio, alle 9.30 in via Orazio Dello Sbirro

Ostia, mattinata di sangue quest’oggi, 21 gennaio in Via Orazio dello Sbirro dove un uomo ha accoltellato e quasi ucciso colui che, a quanto sembrerebbe dalle prime ricostruzioni, gli era debitore di 30 mila euro.

L’aggressione si è consumata questa mattina, 21 gennaio, alle 9.30 in via Orazio Dello Sbirro

Una aggressione violentissima consumatasi in strada, verso le 9.30 di mattina, in pieno giorno ed in una via che, trovandosi a ridosso del mercato coperto comunale, brulicava di persone.

La vittima è stata colpita da cinque fendenti con un coltello da bistecca e l’aggressore si è fermato soltanto quando la lama è rimasta conficcata in profondità nella schiena della vittima. Le altre quattro ferite sono state inferte due alla gola e due sul torace.

Terrore allo stato puro, una scena orribile quella avvenuta nella centralissima via di Ostia. Il killer, un 65enne del posto incensurato, assistente di volo in pensione, non è scappato all’arrivo della polizia, spiegando lui stesso – secondo quanto raccontato da una testimone sul posto – di aver attentato alla vita della vittima perché, sembrerebbe che questa gli dovesse l’ingente somma.

La vittima, un 51enne anche lui italiano e incensurato, è stato trasportato in codice rosso all’ospedale Grassi dove è tuttora ricoverato in prognosi riservata dopo un delicatissimo intervento chirurgico e lotta tra la vita e la morte. L’accoltellatore è stato arrestato dalla polizia e condotto in carcere con l’accusa di tentato omicidio.

Le indagini della Polizia

Le indagini ruotano intorno alla giustificazione dell’accoltellatore: “L’ho fatto perché mi deve 30mila euro“. La Polizia non esclude comunque altre ipotesi. Secondo quanto accertato dagli investigatori anche attraverso il racconto dei familiari dell’accoltellatore, la vittima si sarebbe offerta di aiutare l’uomo a trasferirsi all’estero, a Tenerife o in Portogallo, ovvero in un paese che pratica agevolazioni fiscali verso gli immigrati. Per “agevolare” la pratica, il ferito avrebbe ricevuto dei soldi sull’ordine di alcune centinaia di euro ma, secondo l’aggressore, non si sarebbe concretizzata. Da qui l’esplosione d’ira: il pensionato, che si trova a fronteggiare problemi economici legati alla disoccupazione della moglie e di due figlie, è sceso di casa armato di coltello, ha raggiunto il 51enne e lo ha accoltellato.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link e digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Roma, aggressione e rapina dal “branco”: in cinque contro due fratelli