Open day Asl Roma 3: quasi 1000 test effettuati per la prevenzione oncologica

Grande partecipazione all'open day "Le rose di maggio", della Asl Roma 3. Quasi 1000 test erogati nelle due giornate di screening oncologici gratuiti

Si è completata ieri, con la seconda giornata di screening oncologici gratuiti, organizzati dall’Asl Roma 3, l’iniziativa open day “Le rose di maggio”, che ha visto coinvolti, con un grande risultato di partecipazione degli utenti, i medici dell’Asl Roma 3 e i volontari dell’Associazione Oncologica del litorale “L’Albero delle molte vite”, nelle tre strutture: la Casa della Salute di Ostia, il poliambulatorio di via Coni Zugna a Fiumicino e a Roma, il Poliambulatorio di via Ramazzini. In tutti i presidi era possibile effettuare gli screening senza prenotazione.

Grande partecipazione all’open day “Le rose di maggio”, della Asl Roma 3. Quasi 1000 test erogati nelle due giornate di screening oncologici gratuiti

Nella seconda giornata di screening, si è replicato il successo in termini di numeri, con ben 600 test erogati a 550 utenti, che potevano, come per la prima giornata di open day (domenica 2 maggio), richiedere tutti gli screening previsti: colon retto, per soggetti dai 50 ai 74 anni; cervice, per donne dai 25 ai 64 anni; mammario, per donne dai 50 ai 74 anni; e infine del cavo orale, test somministrato ieri solo a via Ramazzini, per il quale non c’erano limiti di età.

Agli oltre 300 utenti che si erano sottoposti gratuitamente agli screening oncologici della prima domenica, si sono aggiunti ieri altri 550 utenti, registrati nelle tre sedi organizzate, facendo salire a 855, il numero complessivo degli utenti nelle due giornate dell’iniziativa, e a 990 il numero dei test erogati, e in particolare: 283 sono state le mammografie, 282 i Pap test/HPV, 353 visite del cavo orale, e 425 provette consegnate (per lo screening del colon retto).

La Dott.ssa Maria Rita Noviello, coordinatrice della Prevenzione oncologica per la Asl Roma 3, si dichiara soddisfatta per il risultato della partecipazione all’open day e per l’organizzazione non facile delle due giornate, specialmente per la gestione dei flussi degli utenti che avevano accesso libero all’iniziativa gratuita, senza prenotazione. Cortesia, gentilezza ed efficenza, hanno contribuito al buon esito di questo evento unico nella Regione Lazio, che ha ricevuto anche il pieno consenso della Direttrice Generale dell’Asl Roma 3, Marta Branca, già dalla prima domenica di screening (leggi qui).

Open day Asl Roma 3: quasi 1000 test effettuati per la prevenzione oncologica 1
Le volontarie dell’Ass. Albero delle molte vite con la Direttrice Generale dell’Asl Roma 3, Marta Branca (a destra)
“I pazienti che hanno fatto gli esami ieri – fa sapere la Noviello – riceveranno le diagnosi nel giro di 4 settimane al massimo. Inoltre – aggiunge – se fosse necessario un approfondimento, il personale del coordinamento screening contatterà telefonicamente l’utenza.”
Una nota curiosa merita di essere evidenziata: tra i pazienti che hanno beneficiato degli open day oncologici, anche una cinquantina di cittadini dell’Ecuador. Il consolato, infatti, si è complimentata con la Asl Roma 3 e con le volontarie dell’Albero delle molte vite per la perfetta organizzazione e per l’assistenza prestata ai loro connazionali.
Open day Asl Roma 3: quasi 1000 test effettuati per la prevenzione oncologica 2

Le due giornate si sono svolte nel massimo ordine e con accessi controllati nel rispetto delle norme anti-contagio ovvero misurazione della temperatura, mascherina obbligatoria e igienizzazione delle mani. A tutte le donne è stata donata una rosa, simbolo del mese di maggio, divenuto per questa speciale iniziativa anche simbolo della prevenzione oncologica.

canaledieci.it è su Google News: per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

È ufficiale: il richiamo Pfizer passa a 35 giorni