Fiumicino, aveva dipendenti in nero: quasi 45mila euro di multa ad un parrucchiere

A carico della titolare, a causa della presenza di dipendenti in nero, è stata richiesta anche la sospensione dell'attività

Carabinieri attivi nel fine settimana con diversi controlli per la repressione dei reati connessi ad armi, spaccio e consumo di stupefacenti, e furti. Spicca il caso del parrucchiere di Fiumicino sanzionato per quasi 45mila euro a causa di varie irregolarità, andiamo a vedere tutte le operazioni nel dettaglio.

A carico della titolare, a causa della presenza di dipendenti in nero, è stata richiesta anche la sospensione dell’attività’

In questo caso specifico, a carico dellesercente la sanzione è scattata in quanto la titolare dell’esercizio commerciale lavorava con dipendenti in nero (senza contratto) in misura pari o superiore al 10% del totale del lavoratori presenti e quindi è arrivata per lei la “mazzata” di 44mila e 300 euro di multa e contestualmente richiesto ai suoi danni il provvedimento di sospensione dell’attività.

Sempre nel comune aeroportuale in un centro benessere è stato denunciato il gestore dell’esercizio, per assenza di autorizzazione dell’Ispettorato del Lavoro, riguardo ad un sistema di video-sorveglianza trovato installato all’interno.

Sempre nel comune di Fiumicino, denunciato a piede libero anche un 35enne del Marocco che, non si è fermato all’alt impostogli dai Carabinieri in viale di Focene,e dopo un breve inseguimento, è stato fermato e sottoposto ad accertamenti con etilometro, è risultato positivo, con un tasso alcolemico superiore al consentito.

Ad Ostia Ponente invece, in via delle Ebridi, i Carabinieri hanno sanzionato per 1600 euro un gestore di una rivendita di casalinghi e articoli per la casa per inadeguatezze strutturali e violazioni delle norme per la sicurezza e la salute dei lavoratori.

Durante gli stessi controlli, invece, a Roma,  in manette è finito un 45enne italiano, già sottoposto alla misura cautelare del divieto di avvicinamento alla parte offesa, in esecuzione di un’ordinanza di aggravamento e sostituzione della misura in atto con quella degli arresti domiciliari, emessa dal Tribunale di Roma.

Il provvedimento scaturisce a seguito delle reiterate violazioni alle prescrizioni imposte all’uomo, esercitate nei confronti della ex compagna.

Nel prosieguo dei controlli i Carabinieri hanno poi denunciato un 44enne controllato in via Ildebrando Della Giovanna in zona Massimina alla guida della sua macchina e trovato in possesso di 3 coltelli.

In un’altra operazione un 40enne romano è stato denunciato perché trovato in possesso di diverse dosi di cocaina a bordo della sua autovettura.

La successiva perquisizione nella sua abitazione ha permesso di rinvenire ulteriori 8 g di hashish.

Inoltre, 6 giovani sono stati segnalati all’Ufficio Territoriale del Governo di Roma, quali assuntori di sostanze stupefacenti.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Roma, dopo botte e molestie le tampona l’auto parcheggiata: 54enne arrestato