Fiumicino, la “saga” del ponte della Scafa ha una nuova puntata: chiusure al traffico imminenti

Le modifiche sono state annunciate da Anas e dalla pagina facebook del comune Aeroportuale

Anas rende noto che nei prossimi giorni interverrà per lavori sul Ponte della Scafa la comunicazione è stata rilanciata anche dalla pagina facebook ufficiale del comune di Fiumicino.

Le modifiche sono state annunciate da Anas e dalla pagina facebook del comune Aeroportuale

Pertanto il traffico sarà regolamentato nelle seguenti modalità:

A partire dalle 20 del 14/10/2022 fino alle 9 del 15/10/2022, in questo orario il Ponte rimarrà chiuso al traffico per tutti i veicoli ad eccezione dei mezzi di soccorso.

Sarà, invece, in vigore il senso unico alternato regolato da semaforo nei seguenti giorni e nelle seguenti fasce orarie:

Dalle 21.00 del 12/10/2022 fino alle 6.00 del 13/10/2022, dal 17/10/2022 fino al 22/10/2022 limitatamente alla fascia oraria che va dalle 21:00 alle 06 del giorno successivo.

La saga del ponte della Scafa è un’odissea che va avanti da 3-4 anni ed è nota ai più, soprattutto lidensi e fiumicinesi, che ne rimangono bloccati da tempo. Tra le tappe più note e recenti, solo per andare a riprendere gl ultimi sviluppi, vi è quello di luglio in cui sempre l’Anas comunicò al Comune di Fiumicino la chiusura del Ponte della Scafa tra le ore 20,00 di venerdì 1° luglio e le ore 10,00 di sabato 2 luglio. La chiusura è stata disposta per effettuare dei lavori sul tratto.

Sul viadotto vennero eseguiti vari lavori per garantire staticità e sicurezza della struttura portante e dei giunti (leggi qui), e a luglio si lavorò sulle spallette di contenimento, il passaggio pedonale, la carreggiata, la segnaletica e un leggero allargamento delle corsie con il livellamento della strada.

Per il nuovo ponte della scafa giusto il mese scorso, a settembre, era sopraggiunta una pioggia di pareri negativi (leggi qui). Il ponte sarebbe troppo alto e innaturale vicinanza con Tor Boacciana

Le motivazioni – ha fatto sapere il laboratorio di urbanistica LabUr – sono state soprattutto incentrate sulla eccessiva altezza del ponte (da ridurre a 7,5 metri), la innaturale vicinanza a Tor Boacciana e il preoccupante impatto con il contesto archeologico ancora da indagare.

Un progetto fermo da 15 anni e additato in una delibera dell’Anac come “esempio di inefficienza e spreco”, proprio a seguito di un esposto di LabUr.

Nella risposta all’Anac, nel marzo 2022, il Campidoglio aveva assicurato una Conferenza dei Servizi entro luglio con il seguente cronoprogramma: per luglio 2022 conclusione Conferenza di Servizi e avvio progettazione esecutiva; per febbraio 2023 validazione e approvazione progetto esecutivo; per il mese successivo inizio del lavori con conclusione a novembre 2024.

Ad aprile Anas avviò e completò una ulteriore opera di consolidamento, con il termine dei lavori prevista per il mese di giugno (leggi qui).

Riguardo all’interminabile iter del Ponte della Scafa, non è bastato neanche il richiamo dell’Anac (Autorità Nazionale Anticorruzione) al Comune di Roma riguardo a “Una gestione ben lontana dai principi di efficienza e di efficacia, tempestività, trasparenza e correttezza”. (leggi qui).

Proprio oggi invece, lunedì 10 ottobre, il comune ha annunciato gli orari invernali per il sollevamento giornaliero del ponte 2 giugno (leggi qui) e sta proseguendo con grande impegno i lavori per la realizzazione delle opere su viale Coccia di Morto (leggi qui), come vi avevamo evidenziato la settimana scorsa.

 

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Fiumicino, comunicati gli orari invernali di sollevamento del ponte 2 giugno: ecco quali sono