Roma, picchia e rapina un uomo ma viene scoperto dalle telecamere: in manette 22enne egiziano

L'aggressione è avvenuta a ridosso della stazione Termini, in piazza dei Cinquecento

Roma: una lotta senza esclusione di colpi, nella sera dello scorso mercoledì 6 luglio, a ridosso della stazione Termini, in Piazza dei cinquecento, è avvenuta tra un 22enne egiziano ed un 61enne polacco che aveva problemi di deambulazione, tanto da servirsi di un bastone per camminare.

L’aggressione è avvenuta a ridosso della stazione Termini, in piazza dei Cinquecento

Lotte di strada, con il cittadino dell’est che, nonostante fosse stato picchiato tanto violentemente da riportare diverse ferite e aver letteralmente lasciato un dente per strada, frutto di un violento colpo al volto, ha denunciato alle forze dell’ordine la rapina subita.

A quel punto, raccontando alla polizia di essere stato derubato di una catenina d’oro, sono partite le indagini: l’uomo ha spiegato di essere stato buttato a terra e coperto da una gragnula di colpi, che lo hanno lasciato a terra sanguinante.

Una volta portato e soccorso in ospedale, gli sono state diagnosticate lesioni giudicate guaribili in 10 giorni e poi gli agenti del  commissariato Viminale, data la grandissima presenza di telecamere a ridosso del principale scalo ferroviario romano, sono riusciti a risalire all’aggressore visionando le immagini.

Ad incastrare il picchiatore è stato un cappellino ritrovato proprio sul luogo del pestaggio e rimasto a terra a seguito della colluttazione tra i due.

L’arresto è avvenuto ieri, 11 luglio, in tarda serata, ed il giovane egiziano dovrà adesso rispondere dei reati di lesioni gravi e rapina.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Ardea, proprietario di stabilimento balneare rapinato in piena notte: bottino di oltre 10mila euro