Boccea, non si ferma all’alt e innesca inseguimento: era evaso dai domiciliari

L'uomo, un 48enne, era uscito in auto non rispettando i domiciliari: sorpreso ha speronato due volanti della Polizia

volante polizia

Evade dai domiciliari, non rispetta l’alt della polizia e poi si dà alla fuga speronando due volanti e seminando panico nel traffico di via Boccea.

L’uomo, un 48enne, era uscito in auto non rispettando i domiciliari: sorpreso ha speronato due volanti della Polizia

Protagonista un 48enne romano che invece di restare a casa, dove era obbligato agli arresti domiciliari, ha imbracciato una sfida con due volanti della polizia. Il risultato: ora è in carcere.

Le manette sono scattate per una sfilza di accuse: evasione dagli arresti domiciliari, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento di beni dello Stato per la volante speronata.

E’ accaduto nella mattinata di martedì 10 maggio, intorno alle 11 quando due volanti della questura di Roma hanno intimato lo stop ad una vettura su via di Boccea. Il 48enne alla guida dell’auto invece di fermarsi è scappato innescando il rocambolesco inseguimento. Una corsa terminata poco dopo in prossimità della sua abitazione.

L’uomo ha tentato così di farsi ritrovare in casa per non incorrere nel reato di evasione, ma esagerando, la sua posizione, si è ulteriormente aggravata.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Ucciso dal monopattino, automobilista positivo ad alcol e droga