Stuprano una minorenne a Capodanno. Arrestati tre giovani a Roma

La procura ha emesso ordinanze nei confronti di tre ragazzi tra i 19 e i 21 anni

violenza sessuale monirenne

I carabinieri della Compagnia Cassia hanno eseguito tre arresti per l’indagine sul presunto stupro di una minorenne avvenuto durante una festa a Roma nella notte di Capodanno del 2020. La procura ha emesso ordinanze nei confronti di tre ragazzi tra i 19 e i 21 anni. Le accuse sono violenza sessuale e violenza sessuale di gruppo aggravata.

Violenza sessuale su una minorenne a Capodanno 2020, carabinieri notificano ordinanza che dispone misure cautelari per tre giovani.

Su delega della Procura della Repubblica di Roma, i Carabinieri della Compagnia di Roma Cassia hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa di misure cautelari, emessa dal GIP del Tribunale di Roma, nei confronti di tre ragazzi di età compresa tra i 19 e i 21 anni (due agli arresti domiciliari e uno sottoposto all’obbligo di presentazione alla P.G. con obbligo di dimora in Roma), gravemente indiziati, a vario titolo, di violenza sessuale e violenza sessuale di gruppo aggravata, perché perpetrata nei confronti di una minorenne in forte stato di alterazione psicofisica durante una festa di Capodanno in una villetta di Primavalle.

L’indagine è stata avviata a seguito della denuncia formalizzata nella tarda serata del 2 gennaio 2021 presso la Stazione dei Carabinieri di Roma La Storta, da una ragazza, che non aveva ancora compiuto 17 anni, in cui raccontava di aver subito una violenza nella notte tra il 31 dicembre 2020 e il 01 gennaio 2021 ad opera di alcuni ragazzi, durante una festa organizzata in una villetta a schiera nel quartiere Primavalle.

In quell’occasione la ragazza era stata accompagnata presso l’Ospedale San Pietro di Roma dove le erano state diagnosticate lesioni guaribili in 30 giorni. Inoltre, è stato scoperto che nel sangue della minore erano presenti tracce di sostanze che lasciano supporre che la giovane, al momento della violenza, si trovava in condizione di inferiorità psico-fisica.

L’indagine dei Carabinieri, condotta grazie all’ausilio di intercettazioni telefoniche e ambientali, unite a una attività di osservazione a distanza, si è conclusa ad aprile 2021 e ha consentito di identificare compiutamente le persone gravemente indiziate della violenza.

 

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

 

Roma, ignoti rubano la sedia a rotelle di Rodolfo Laganà: ritrovata dai Carabinieri