Roma, lamentando “cure inappropriate” al fratello, aggredisce i sanitari

Un egiziano è stato denunciato dai carabinieri: aveva aggredito i sanitari del Policlinico Umberto I

carabinieri fregene

Convinto che per il fratello stessero somministrando cure inappropriate, ha aggredito i sanitari, tra medici e infermieri che, per sfuggire alla sua violenza incontrollabile, si sono barricati in ambulatorio.

Un egiziano è stato denunciato dai carabinieri: aveva aggredito i sanitari del Policlinico Umberto I

Protagonista del gesto un egiziano di 26 anni, denunciato dai carabinieri per danneggiamento aggravato e minacce.

Secondo la ricostruzione fatta dai militari, lo straniero ha insultato e minacciato il personale medico del reparto di rivalutazione chirurgica dell’Umberto I, prendendosela in particolare con una dottoressa. Dopo averli accusati di curare in modo inappropriato il fratello, lì ricoverato da giorni, ha costretto i sanitari a chiudersi nel reparto, iniziando così ad accanirsi sulla porta con calci e pugni lanciando in aria ogni cosa gli capitasse a tiro.

È successo intorno alle 17 di ieri, domenica 2 gennaio. L’uomo, un egiziano di 26 anni è stato placato solo grazie all’intervento sul posto dei carabinieri di Roma Centro che lo hanno denunciato per danneggiamento aggravato e minacce.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Roma, la pressione covid negli ospedali si trasforma in aggressioni ai medici