Detenzione illegale di armi e minacce ad agenti in servizio: tre arresti tra Roma e Litorale

Controlli della Polizia di Stato tra Roma e il Litorale romano nel weekend della elezioni amministrative 

ostia

Ostia: gli agenti lo fermano per un controllo, e questi, già gravato da alcuni precedenti, li minaccia e insulta. Il giovane è stato per questo arrestato dalla Polizia dei Stato lo scorso weekend. Arrestato anche un uomo ad Anzio, trovato in possesso illegale di fucili da caccia rubati, e una ragazza, colpita da un mandato di cattura con una pena da scontare di 2 anni, finalmente rintracciata dai poliziotti nella zona di Tor Carbone.

Controlli della Polizia di Stato tra Roma e il Litorale romano nel weekend della elezioni amministrative

Fitte operazioni di controllo tra Roma e il territorio del Litorale romano, è stata attuata dagli uomini e le donne della Sezione Volanti della Polizia di Stato nel weekend delle elezioni amministrative (leggi qui).

Rintracciata e arrestata nella notte tra venerdì e sabato, la ragazza cilena colpita da un mandato di cattura. La giovane che doveva scontare una pena di circa 2 anni è stata fermata per un controllo dagli agenti del VIII Distretto Tor Carbone, che identificata l’hanno sottoposta ad immediato arresto in attesa procedimento del Tribunale.

L’arresto di Ostia, è avvenuto alle prime ore di sabato 2 ottobre, quando durante il giro di controllo della pattuglia degli agenti del Commissariato Lido (X Distretto) hanno effettuato un controllo ad un giovane sospetto. Verificata l’identità del ragazzo i poliziotti hanno rilevato a suo carico alcuni precedenti di polizia, così il fermato ha iniziato ad innervosirsi ed ha reagito aggredendo verbalmente gli operanti in servizio, rivolgendo loro minacce ed insulti. Gli agenti si sono visti costretti a sottoporre all’arresto il giovane in attesa di ulteriore procedimento.

E’ ancora di sabato l’arresto effettuato dagli agenti della Polizia di Stato del commissariato Anzio/Nettuno. I poliziotti erano intervenuti a seguito di una chiamata che segnalava una lite in corso. Così gli operanti in servizio si sono precipitati nell’abitazione segnalata, dove l’uomo coinvolto nel violento litigio che ha allarmato il vicinato, è stato arrestato perché trovato in possesso di due fucili da caccia rubati.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Amministrative di Roma, affluenza finale: meno della metà degli elettori alle urne. I municipi