Roma, blitz nella casa d’appuntamenti: due ragazze si lanciano dalla finestra e finiscono in ospedale

L'operazione anti prostituzione è stata condotta dalla Polizia di Stato

Dragona, si presenta dal padre nonostante il divieto di avvicinamento: arrestato
Foto: repertorio

Operazione contro la prostituzione da parte della Polizia in una casa di appuntamenti. Due ragazze, temendo conseguenze per la loro identificazione, per scappare, si sono lanciate dalla finestra.

L’operazione anti prostituzione è stata condotta dalla Polizia di Stato

Il blitz della Polizia del X Distretto Lido risale alla giornata di ieri, mercoledì 3 luglio nel quartiere di Stella Polare, a Ostia. Le forze dell’ordine hanno fatto irruzione in una casa di appuntamenti non distante dalla stazione della Roma-Lido, nascosta dietro la copertura di un centro massaggi. L’operazione ha portato alla scoperta del giro che avveniva all’interno dell’abitazione.

L’appartamento era probabilmente sotto sorveglianza dopo che erano emersi sospetti circa le attività illegali che si svolgevano all’interno e a far scattare le indagini sarebbero state delle segnalazioni da parte di residenti della zona, che avevano notato un insolito andirivieni di persone a tutte le ore del giorno e della notte.

Alla vista degli agenti è scoppiato il panico e due ragazze cinesi, nel tentativo di fuggire, si sono lanciate dalla finestra utilizzando delle lenzuola che hanno agganciato al letto matrimoniale. L’ancora di salvataggio, però, si è spezzata e loro sono precipitate. Le due giovani sono rimaste ferite e sono state portate in ospedale in codice rosso.

Solo qualche settimana fa, sempre per quanto riguarda il giro di prostituzione cinese, erano state arrestate, con disposizione dei domiciliari, due donne donne cinesi di 40 e 45 anni, che gestivano un centro massaggi. Per loro l’accusa era di istigazione, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. Si tratta di una struttura particolarmente gettonata nella zona di Casal Bertone, su cui si erano concentrati i controlli vista la grande pubblicità e il tam-tam tra i clienti (per dettagli leggi qui)

E sempre nell’ambito di questo tipo di controlli erano finite nei guai altre due donne di nazionalità cinese di 52 anni e 57 anni, che sfruttavano la prostituzione in due diversi centri massaggi in zona Mazzini e Magliana (per dettagli leggi qui).

Una casa di prostituzione, sotto la copertura di un centro massaggi cinese, era stata invece scoperta in via Marsala, luogo di coordinamento di altre tre case di appuntamento. La maitresse, finita in manette, si occupava di clienti, pubblicità e contabilità (per dettagli leggi qui).