Maxi-operazione antidroga tra il litorale pontino e la Sicilia: 13 arresti

Circa 80 carabinieri impegnati in una maxi-operazione antidroga con 13 persone arrestate tra il litorale pontino e la Sicilia

EX-PILOTA-SPARA-MOGLIE-TOGLIE-VITA-CECCHINA-
Foto non collegata ai fatti

Blitz nelle prime ore del mattino odierno, mercoledì 3 aprile, messo a segno dai carabinieri del comando provinciale di Latina, in una maxi-operazione antidroga in coordinamento con i loro colleghi dell’Arma dei carabinieri di Catania. A supporto sono intervenuti anche i reparti aeromobili di Pratica di Mare e quelli del nuclo cinofili di ponte Galeria.

Circa 80 carabinieri impegnati in una maxi-operazione antidroga con 13 persone arrestate tra il litorale pontino e la Sicilia

Su impulso della Procura Distrettuale Antimafia di Roma, sono state arrestate, tra il litorale pontino (Fondi) e la Sicilia (a Caltagirone, provincia di Catania), 13 persone, per il reato di importazione internazionale di droga aggravato dal metodo mafioso e dall’utilizzo di armi.

Tra i reati contestati agli arrestati, oltre a quello di narcotraffico e associazione a delinquere, ci sono anche quelli di estorsione, autoriciclaggio di denaro e trasferimento fraudolento di beni.

L’operazione, dagli ultimi aggiornamenti che arrivano nella tarda mattinata di questo mercoledì 3 aprile, sono ancora in corso nelle città di Fondi e Caltagirone e potrebbe portare ad altri arresti.

Circa 80 i carabinieri impegnati nell’operazione antidroga tra Lazio e Sicilia.

La scorsa settimana, spostandoci nell’hinterland della provincia di Roma, a Guidonia due fratelli albanesi sono stati arrestati e il loro laboratorio allestito in casa, per lo spaccio e il confenzionamento della droga, è stato smantellato.

Recentemente, sempre restando nell’ambito degli arresti per droga, nel litorale sud, in un’altra maxi operazione messa a segno dalle forze dell’ordine ad Ardea, sono state arrestate altre 3 persone da parte della polizia, con la droga trovata dagli agenti all’interno delle case degli indagati.

Come sempre va ricordato che tutti gli indagati e arrestati, sono al momento da ritenersi presunti innocenti, dato che ci si trova ancora nella fase delle indagini preliminari e lo resteranno fino all’emissione di una irrevocabile sentenza di condanna a loro carico, con le prove che eventualmente si formeranno nei vari gradi di giudizio.

Se vuoi approfondire questi argomenti, clicca sulle parole chiave colorate in arancione e leggi gli altri articoli presenti e correlati, pubblicati di recente sul nostro sito web d’informazione, www.canaledieci.it.

NEWS IN AGGIORNAMENTO