Roma, 21enne muore nel sonno: aperta indagine

Il 21enne è stato trovato morto nel suo letto: disposta l'autopsia

Un 21enne, ieri notte, è stato ritrovato senza vita in un appartamento in via di Conca d’Oro. A dare l’allarme, intorno alla mezzanotte, la proprietaria dell’appartamento che aveva dato in uso una stanza al giovane, Michele Bogdoll.

Il 21enne è stato trovato morto nel suo letto: disposta l’autopsia

Il 21enne, nato e con residenza in provincia di Perugia, era riverso nel suo letto, ormai privo di vita. I soccorritori del 118 ne hanno potuto constatare solo la morte.

Il corpo è stato messo a disposizione dell’autorità giudiziaria che ne disporrà in giornata l’autopsia per accertare le cause e anche l’orario della morte.

Il medico legale che ha sottoposto il corpo ad un  primo esame esterno non ha rilevato segni di violenza.

Ad occuparsi delle indagini i carabinieri della stazione Città Giardino intervenuti su segnalazione degli operatori sanitari.

I militari stanno anche ascoltando la cerchia di amici del giovane, frequentatore abituale di rave party.

“Il semaforo funzionante”

Intanto Roma Servizi per la Mobilità  ha escluso che il semaforo all’incrocio con Ponte Matteotti a ridosso del punto dell’incidente fosse guasto. E’ “perfettamente funzionante”, hanno fatto sapere dall’azienda.

“Come hanno evidenziato le verifiche subito effettuate, l’impianto era ed è in piena efficienza. Le risultanze tecniche dei controlli sul funzionamento saranno messe a disposizione della Polizia locale“.

Lo schianto violentissimo è avvenuto intorno alle 8.30 di domenica mattina, tra il Suv, un Land Rover Defender, con a bordo il capitano della Lazio e le sue due giovani figlie, e un tram della linea 19, nella zona di piazza Cinque Giornate a Roma, all’incrocio con Ponte Matteotti tra i quartieri Prati e Flaminio.

L’incidente ha provocato, complessivamente, 12 feriti, per fortuna nessuno in modo grave.

NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO