Roma, la “banda del buco” fa bottino pieno: ladri svaligiano market, colpo da 100mila euro

Colpo sostanzioso da parte di una banda che si è introdotta di notte all'interno di un market della capitale svaligiando l'incasso della settimana

Roma: un colpo “sostanzioso” da circa 100mila euro, ovvero tutto l’incasso della settimana di un discount situato su via Salaria, in zona Settebagni, oltretutto il bottino è stato “spazzolato” facilmente dai criminali, che potrebbero essere gli stessi che compiono razzie in giro per la capitale, una banda del buco precisa e (per ora) infallibile.

Colpo sostanzioso da parte di una banda che si è introdotta di notte all’interno di un market della capitale svaligiando l’incasso della settimana

Questa volta la banda ha colpito verso le 3 del mattino di domenica scorsa, 19 marzo, con la polizia che è arrivata tardi, allertata dall’attivazione dei sistemi d’allarme.

Presente sul posto anche il titolare del market, un romano di 48 anni, comprensibilmente scosso per il furto subito.

Il metodo dei malviventi della banda è stato quell “classico”: farsi largo aprendo un foro su una parete del locale ed entrare all’interno, da un lato appartato che non dava direttamente sulla Salaria.

A quel punto i ladri hanno trovato e aperto la cassaforte con dentro i soldi, e il blitz non è affatto casuale sia stato fatto di domenica dato che molte attività, tra le quali bar, ristoranti, e appunto, i supermercati, generalmente tengono tutto in cassaforte per poi versare tutto in banca all’inizio della settimana successiva.

A terra sono stati trovati vari arnesi da scasso, tutti sequestrati per essere analizzati dagli agenti, tra i quali anche un ascia.

Le forze dell’ordine cercano ora di capire, analizzando turni e spostamenti dei dipendenti del supermercato, se i malviventi possano aver avuto la soffiata giusta per sapere quando colpire da un eventuale talpa che lavora all’interno.

In realtà questo è solo uno dei grandi blitz degli ultimi mesi, anche se quello avvenuto sempre a Roma alla fine del dicembre scorso dove i banditi hanno tentato di “ripulire” armati una filiale in zona Cipro, si era concluso con degli arresti.

In quel caso specifico nel dettaglio, due persone, hanno preteso il loro bottino, chiesto con violenza ai responsabili dell’istituto di credito, entrando da un buco fatto sul muro.

Tuttavia il loro blitz è durato lo spazio di un “amen”, con diverse chiamate da parte sia di cittadini all’esterno che fatte da alcuni coraggiosi dipendenti, che hanno allertato le forze dell’ordine.

In men che non si dica doppio intervento in un lampo da parte degli agenti del reparto Volanti e del commissariato Aurelio, che hanno arrestato i due criminali e restituito il denaro  – importo non quantificato – alla banca.

Per avere ulteriori informazioni su quella vicenda, clicca sulla pagina chiave colorata in arancione, posta poco sopra.

Parlando di altri casi di furti con effrazioni, va menzionato inoltre il colpo della banda della spaccata, andata a segno lo scorso gennaio.

In quell’episodio, i banditi hanno scagliato un’auto a folle velocità contro la sede di una filale Compass, distruggendone la vetrata con una jeep e scappando con il roller cash, in zona Torpignattara.