Grottaferrata, parente di una paziente picchia il responsabile di una casa di cura: 7 giorni di prognosi

L'aggressione al culmine di reiterate proteste e violazioni delle normative anticovid da parte del parente di una paziente ricoverata nella struttura

Grottaferrata: il fratello di una paziente ha disatteso per giorni e giorni le norme anticovid della struttura dove era ricoverato, presso l’Istituto neurotraumatologico Italiano e ha aggredito il direttore amministrativo della struttura.

L’aggressione al culmine di reiterate proteste e violazioni delle normative anticovid da parte del parente di una paziente ricoverata nella struttura

Gli eventi si sono verificati giovedì mattina, 4 agosto, all’interno della casa di cura e riabilitazione dal covid e ad aggredire è stato il fratello di una paziente ricoverata nel reparto riabilitazione, obbligando la vittima ad una prognosi di sette giorni.

L’aggressore molte volte nei giorni scorsi aveva violato le norme anticovid riservate alle visite ai parenti e, a causa di questo, la struttura da tempo aveva allertato le forze dell’ordine, che non erano ancora intervenute.

Ieri mattina i fatti di violenza, con il familiare di una donna ricoverata, nervosissimo, non aveva rispettato le norme di accesso alla struttura e ha picchiato il direttore amministrativo del polo sanitario con un pugno al volto e mordendolo ad una spalla.

Del caso ha parlato anche l’assessore alla sanità Regionale Alessio D’Amato, esprimendo grande solidarietà al direttore amministrativo dell’Ini di Grottaferrata “Per la vile aggressione subita da un parente di una paziente ricoverata, il tutto per aver solo chiesto di far rispettare le norme covid per l’accesso alla struttura. Chiederemo al prefetto misure di sicurezza affinchè i nostri operatori vengano protetti visto che le continue violazioni subite non sono accettabili”.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Omicidio in una RSA, anziano aggredisce un altro paziente che muore