Torvaianica, 50enne russa trovata morta in spiaggia: si indaga per annegamento

La cittadina russa, una donna del 1972, si ipotizza fosse in stato d'alterazione alcolica

malore montagna morta antonella di falco

Torvaianica: una passeggiata in spiaggia si è trasformata in tragedia per una 50enne russa che è stata trovata morta in mare ieri notte, 26 luglio, intorno alle 23.35.

La cittadina russa, una donna del 1972, si ipotizza fosse in stato d’alterazione alcolica

L’intervento ha avuto luogo dopo che alcuni passanti hanno notato a pelo d’acqua il cadavere della cittadina sovietica, nata nel 1972, galleggiare in mare all’altezza del lungomare delle Sirene, vestita e con ancora i documenti d’identità al seguito.

Dalla ricostruzione della serata ed in base ai primi rilievi, la donna, dopo una serata di svago, si è recata subito dopo in spiaggia per andare a fare una passeggiata a mare e lì, è molto probabile che abbia accusato il malore fatale che l’ha portata a morire per annegamento. Sul corpo non sono stati riscontrati segni di violenza.

Sul posto i carabinieri della locale tenenza oltre a personale medico dell’Ares 118 che ha potuto solo constatare il decesso della donna e completare i primi rilievi.

La salma sarà adesso messa a disposizione dell’autorità giudiziaria, che completerà così l’autopsia per confermare le esatte cause del decesso.

canaledieci.it è su Google News:

per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Ostia, 16enne rischia di annegare risucchiato dalla corrente: intervengono i marinai di salvataggio