Bracciano, per uno sguardo di troppo 13enne accoltella due coetanei: identificato

La lite tra due comitive di minorenni poteva trasformarsi in tragedia

violentato coltello

Bracciano: uno sguardo di troppo, una lite per futili motivi tra ragazzini, che invece rischiava di trasformarsi in tragedia allo stato puro. Infatti, ieri pomeriggio, in un caldo pomeriggio di inizio estate, verso le 18, il 25 giugno, un 13enne si è innervosito a tal punto da tirare fuori un coltello della lunghezza di 10 centimetri ed ha ferito, per fortuna lievemente, due coetanei. I ragazzi feriti avevano 15 e 14 anni.

La lite tra due comitive di minorenni poteva trasformarsi in tragedia

Tutto è avvenuto nella centralissima Piazza Mazzini, quando tra due comitive di teenagers è scoppiato il finimondo, probabilmente per uno sguardo di troppo da parte dei due feriti ad una ragazza che si trovava in compagnia del 13enne. Come spesso accade a quell’età, sono volate parole grosse e poi il più piccolo dei tre è passato alle vie di fatto, aggredendo i suoi due “avversari”.

Resta da domandarsi come sia possibile, a 13 anni, circolare con un coltello in tasca, senza il benchè  minimo controllo da parte dei genitori.

Ma tant’è, il ragazzino in quanto minore non è imputabile, e tutto quello che hanno potuto fare, per legge, i carabinieri di Bracciano accorsi sul posto, è stato di sequestrare il coltello ed identificare il giovane accoltellatore.

Per i due aggrediti, invece, ferite a mani, braccia ed avambracci, guaribili in qualche giorno. Resta per loro il fortissimo spavento per un episodio ed un pomeriggio di violenza che purtroppo non dimenticheranno di certo.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Armato di coltello rapina la stessa farmacia due volte in 3 ore