Roma, sorpreso senza biglietto in metro, spacca una bottiglia in testa all’operatore

L'uomo era già stato respinto altre volte ai tornelli della stazione metro di Ponte Mammolo sempre perchè sprovvisto di titolo di viaggio, ha reagito colpendolo con una bottiglia di vetro

Roma: una vile e violentissima aggressione quella subita da un operatore della metro B nel pomeriggio di ieri, 18 maggio, quando verso le 19 è stato colpito con una bottiglia di vetro in testa da un passeggero sorpreso senza biglietto presso la fermata di Ponte Mammolo.

L’uomo era già stato respinto altre volte ai tornelli della stazione metro di Ponte Mammolo sempre perchè sprovvisto di titolo di viaggio, ha reagito colpendolo con una bottiglia di vetro

Per molti frequentatori della stazione si tratta di un volto noto, che già in passato si era visto respingere ai tornelli perché sprovvisto di idoneo titolo di viaggio.

Questa volta però l’uomo, che dopo il folle gesto se l’è data a gambe levate facendo perdere le sue tracce, ha deciso di vendicarsi delle precedenti occasioni nelle quali non aveva potuto salire sui convogli. Ed è passato alle vie di fatto.

La vittima, un operatore di stazione, ha riportato una profonda ferita alla testa, prontamente suturata presso l’ospedale Sandro Pertini, dopo che il personale medico dell’Ares 118 lo ha portato presso il nosocomio romano.

Diagnosticata al malcapitato operante una forte commozione cerebrale con trauma cranico, medicata con sette punti di sutura.

Dell’accaduto ha parlato anche il sindacalista della Uil Trasporti Claudio De Francesco: “Oggigiorno tutti si lamentano per le morti bianche, le morti sul lavoro, ma nessuno muove un dito per impedirle, si è rischiata la vita in un posto di lavoro per futili motivi, è del tutto inammissibile”.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link e digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Roma, spaccano una bottiglia in testa a una donna per rapinarla