Lasciano il frigo in funzione nel box della casa al mare: esplode un incendio

Scintilla partita da un frigo lasciato acceso nel garage della casa al mare: distrutto dalle fiamme l'appartamento al piano superiore

incendio
immagine di repertorio

Nettuno: sarebbe stato un corto circuito provocato da un frigorifero lasciato in funzione nel garage della casa della vacanze di un famiglia romana, a mandare a fuoco l’intero box e l’appartamento posto in corrispondenza al piano rialzato, che ora è diventato completamente inagibile.

Scintilla partita da un frigo lasciato acceso nel garage della casa al mare: distrutto dalle fiamme l’appartamento al piano superiore

I Vigili del Fuoco di Anzio con le autobotti e i Carabinieri della compagnia locale sono intervenuti la notte scorsa per spegnere il devastante incendio esploso in una palazzina di Via Aldo Moro, nel quartiere Cretarossa di Nettuno.

Qui, nel garage di pertinenza di un appartamento utilizzato dai proprietari come seconda casa per le vacanze, un frigorifero lasciato in funzione si sarebbe trasformato in una polveriera per via di un corto circuito che ne avrebbe provocato l’esplosione e il conseguente incendio, che ha interamente distrutto sia l’ambiente dello stesso garage che l’appartamento posto al piano rialzato in corrispondenza.

Le fiamme sarebbero state così forti da insistere sul soffitto del box e far crollare il solaio dell’appartamento. L’esplosione e l’inferno di fuoco che si è sviluppato in pochi secondi, non sembrerebbe fortunatamente aver provocato vittime. Proprio l’enorme boato che ha svegliato il condominio e messo in allarme tutto il quartiere Cretarossa di Nettuno, è stato paradossalmente provvidenziale per consentire agli inquilini di scappare aiutati dei Vigili del Fuoco che hanno prestato i primi soccorsi, e comunque in tempo prima diventare vittime del fumo e delle fiamme.

i Vigili del Fuoco hanno dichiarato inagibile l’appartamento, mentre le abitazioni vicine non sembrano aver subito danni consistenti oltre alle finestre e le pareti annerite e l’enorme quantità di cenere che ha invaso l’area antistante.

Dopo le verifiche effettuate per determinare con certezza le cause dell’incendio, è stata confermata dai Vigili e dai Carabinieri la natura accidentale del fuoco, che si sarebbe originato proprio da un corto circuito del frigorifero nel box e da una scintilla che ha trovato nell’altro materiale elettrico presente la possibilità di svilupparsi in modo distruttivo.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Nettuno, sempre più crisi: il sindaco è senza maggioranza