Guidonia, Luigi Panzieri trovato morto per una coltellata

Guidonia, trovato morto in casa l'82enne Luigi Panzieri: si indaga per presunto omicidio

Guidonia: un pensionato di 82 anni è stato trovato senza vita nel suo appartamento di Guidonia Montecelio. A fare l’orribile scoperta la figlia dell’uomo che lo ha trovato riverso a terra nel sangue per una profonda ferita d’arma da taglio. Indaga la Polizia di Stato.

Guidonia, trovato morto in casa l’82enne Luigi Panzieri: si indaga per presunto omicidio

E’ stato trovato morto, brutalmente ucciso da una profonda coltellata, nel suo appartamento al sesto piano di via Monte Rosa, Luigi Panzieri, un pensionato di Guidonia di 82 anni. Si tratterebbe di un presunto omicidio, secondo quanto emerso dalle prime indagini della Polizia di Stato del Commissariato di Tivoli, in merito alla tragedia che al momento è avvolta dal mistero.

Il cadavere dell’uomo, con una ferita profonda d’arma da taglio, e del quale è stato confermato il decesso dagli operatori dell’Ares 118, è stato trovato ieri mattina dalla figlia, avvisata dalla badante dell’uomo che non riusciva più a rientrare in casa dopo essere uscita a fare la spesa, per via del portoncino chiuso dall’interno. Sopraggiunta, la figlia è riuscita ad entrare facendo la sconvolgente scoperta del padre deceduto.

Dopo l’intervento della Polizia scientifica gli investigatori del Commissariato di Tivoli si sono rivolti ai vicini dei casa e al portiere per raccogliere testimonianze ed elementi utili alle indagini. Sentita anche la badante dell’uomo, presumibilmente l’ultima che lo ha visto in vita.

Intanto sul cadavere di Luigi Panzieri è stata disposta l’autopsia, e a qualcosa  sarà possibile risalire anche attraverso le immagini della videosorveglianza, per comprendere quanto accaduto all”82enne, prima che venisse ritrovato senza vita.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link e digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Rapina un anziano del cellulare e chiede il riscatto: pena esemplare per un tunisino