Roma, non paga la spesa e palpeggia una dipendente del market: arrestato

Un polacco classe 1986 ha dato vita ad una sequenza di reati riprovevole in pochi minuti

Roma: voleva fare la spesa gratis, senza pagare un centesimo, e aveva anche altri desideri da soddisfare, un polacco classe 1986, N.M. queste le sue iniziali.

Un polacco classe 1986 ha dato vita ad una sequenza di reati riprovevole in pochi minuti

Ne ha combinate di tutti i colori, in una sequenza davvero riprovevole, prima di essere arrestato per violenza sessuale e danneggiamento del supermercato “Fresco Market” di via Flaminia nuova 320 a Roma Nord.

L’aggressore si è recato infatti ieri, lunedì 28 marzo, verso le 11 al locale commerciale in zona Parioli e si è rifornito il carrello di cibo e bevande per poi passare oltre la cassa, rifiutandosi fermamente di pagare quello che aveva preso.

Per tutta risposta il personale lo ha fermato una prima volta, intimandogli di pagare quanto dovuto e il cittadino polacco, a quel punto, si è messo a palpeggiare più volte il fondoschiena di una delle dipendenti del market, distruggendo inoltre a mani nude il dispositivo anti-taccheggio posto all’uscita del supermercato.

Ha dato fortemente in escandescenze, e non si sapeva davvero come fermarlo, con la ragazza ovviamente spaventatissima per le avances fisiche subite.

A quel punto, la sicurezza del “Fresco Market” ha prontamente allertato la polizia di stato del vicino commissariato di Villa Glori, con gli agenti che sono accorsi sul posto in un lampo e, notato il trambusto all’interno, sono intervenuti.

In pochi secondi i poliziotti hanno portato con successo a termine il loro intervento, immobilizzando l’aggressore ed arrestandolo per violenza sessuale e danneggiamento.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Roma, rapina due volte lo stesso supermercato e ferisce un poliziotto: arrestato