Investita sulle strisce pedonali, è deceduta Fernanda Di Palma: docente e volontaria di Ostia

Ostia, Fernanda Di Palma è deceduta a seguito di un investimento: insegnava alla Passeroni ed era volontaria dell'Arvas e dell'Albero delle molte vite

Nella foto Fernanda Di Palma accanto alla Dott.ssa Maria Rita Noviello (a destra)

Ostia: è avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri all’incrocio tra via Mar Rosso e via Mare di Bering, il tragico incidente a seguito del quale Fernanda Di Palma ha perso la vita all’età di 72 anni. Mentre stava attraversando sulle strisce pedonali, la donna è stata investita da un’auto BMW X5 con alla guida un 57enne. Poi soccorsa e trasportata al Grassi, è deceduta poco più tardi. Fernanda di Palma era un volto molto conosciuto a Ostia, sia per l’attività di docente di lettere alla Scuola Media Passeroni, che per le sue innumerevoli attività da volontaria, sia con Arvas che con l’Associazione Oncologica “L’Albero delle Molte vite”. I funerali della vittima si svolgeranno venerdì 21 gennaio alle ore 15, nella Chiesa Stella Maris di Ostia.

Ostia, Fernanda Di Palma è deceduta a seguito di un investimento: insegnava alla Passeroni ed era volontaria dell’Arvas e dell’Albero delle molte vite

E’ stata investita sulle strisce Fernanda di Palma, venuta a mancare ieri sera presso il nosocomio Grassi di Ostia dov’è stata trasportata dopo il soccorso degli operatori dell’Ares 118 alle 19.00 circa.

A seguito dell’impatto con l’auto BMW X5 che l’ha investita mentre stava camminando sull’attraversamento pedonale tra Via Mar Rosso e Via del Mare di Bering, il conducente, un italiano di 57 anni, si è fermato per prestare immediato soccorso. La donna era apparsa da principio vigile, ma poco più tardi giunta in ospedale, purtroppo non ce l’ha fatta.

Sul posto, sono intervenuti per i rilievi gli agenti della Polizia Locale del X Gruppo Mare, che ora si stanno occupando delle indagini. Il conducente dell’auto è ora indagato per omicidio stradale e per il veicolo è stato disposto il sequestro.

Fernanda di Palma lascia nel dolore due figli, Anna, e Michele con sua moglie. A piangerla, anche i cinque adorati nipoti. Dalla serata di ieri, sono stati innumerevoli i messaggi di cordoglio di parenti e amici, tantissime tra le manifestazioni d’affetto, sono quelle di volontari, che con lei hanno svolto le attività sia nel reparto dialisi, che presso lo sportello Arvas del Grassi sempre operativo prima della pandemia.

Anche durante il Covid, Fernanda di Palma ha sempre voluto dare un aiuto da volontaria in prima linea, e lo ha fatto in qualità di segretaria dell’Associazione Albero delle Molte Vite, anche per sostenere l’attività di screening e la campagna vaccinale “Open day” della Asl Roma 3. Era presente anche di recente a dare informazioni ai pazienti oncologici, allo sportello delle associazioni alla Casa della Salute, per conto dell’associalzione oncologica del Litorale, già diventato anche per suo merito un punto di riferimento.

Senza mai fermarsi, il bene che ha sempre esternato al prossimo con facilità e profonda fede religiosa, non dava tregua nemmeno alla patologia, che era riuscita a domare grazie ai suoi medici capaci. Proprio loro appresa la notizia, hanno espresso vicinanza alla famiglia, increduli della fine tragica di questa splendida volontaria, che era riuscita a sconfiggere quel male che credeva il peggiore.

Fernanda di Palma è stata docente di lettere alla Scuola Media Passeroni di Ostia. Era in pensione ma manteneva in qualche modo un contatto con la scuola dove aveva insegnato per tanti anni. Proprio da lì uscita ieri per le lezioni di ginnastica, quando il destino l’ha portata via all’affetto dei cari.

I funerali

La salma della vittima messa a disposizione delle Autorità, è stata riconsegnata alla famiglia per svolgere i funerali che si terranno venerdì 21 gennaio alle ore 15.00 presso la Chiesa Stella Maris di Ostia, con ingresso contingentato a causa dell’emergenza Covid.

I figli di Fernanda Di Palma, nello spirito di generosità che ha contraddistinto la loro amata madre, invitano chi vorrà intervenire per darle l’ultimo saluto, a non portare fiori in chiesa, ma a tradurre il dono floreale in opere di bene, per quello che è il personale sentimento di ciascuno, diretto a qualsiasi bisognoso.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Ostia: incidente sul lungomare Lutazio Catulo. Morto Sergio Moscatelli (VIDEO)