Gite tragiche in montagna per turisti di Roma: due morti e due ferite

E’ il drammatico bilancio della prima domenica del nuovo anno. Morti per il fuori pista uno sciatore di 28 anni e un escursionista di 50

soccorso alpino e speleologico

Due morti e due ragazze ferite più una escursionista salvata dal gelo della notte: è questo il tragico bilancio del primo weekend del nuovo anno 2022 per quattro romani che hanno deciso di trascorrerla sulla neve o a passeggiare in montagna.

E’ il drammatico bilancio della prima domenica del nuovo anno. Morti per il fuori pista uno sciatore di 28 anni e un escursionista di 50

Il primo episodio riguarda un turista romano di 28 anni che ha perso la vita in un incidente sugli sci a San Martino di Castrozza, in Trentino. La disgrazia si è verificata nel pomeriggio di ieri, domenica 2 gennaio, sotto gli occhi della fidanzata, sulla pista «Tre», di media difficoltà. Per motivi ancora in via di accertamento lo sciatore è finito fuori pista, sbattendo violentemente contro un albero. Inutile il tentativo di rianimazione da parte del medico d’urgenza, giunto sul posto con l’elicottero di “Trentino emergenza”. I rilievi di legge sono stati effettuati dalla polizia di Moena.

Anche due ragazze romane sono finite fuori pista dopo aver perso il controllo degli slittini su cui stavano scendendo sul monte Terminillo, nel Reatino. Le giovani sono state recuperate dal Soccorso alpino e Speleologico del Lazio. I fatti sono avvenuti in mattinata, in località Sella del Vento. Grazie all’utilizzo della barella invernale e delle tecniche di risalita con contrappesi, le ragazze sono state recuperate e affidate alle cure del personale sanitario giunto a Pian dè Valli.

Gli uomini del Soccorso alpino sono intervenuti sempre nella giornata di ieri nei boschi del comune di Ciciliano, in provincia di Roma, lungo la valle dell’Aniene, per prestare soccorso a un uomo di 50 anni ritrovato privo di sensi da alcuni escursionisti. Per l’uomo, colpito da un malore durante una passeggiata, purtroppo non c’è stato niente da fare: inutili i soccorsi giunti sul posto via terra – in via Rocca d’Elci, in Passo della Fortuna –   intorno alle ore 11,30. Accertata la causa naturale del decesso, la salma è stata affidata ai familiari.

Sabato 1° gennaio, infine, il Soccorso alpino e speleologico del Lazio è intervenuto sulla catena dei Monti Ruffi, in provincia di Roma, per soccorrere un’escursionista che aveva perso l’orientamento a causa del sopraggiungere del buio durante un trekking verso il Monte Costasole. Arrivata sul posto, grazie anche all’aiuto di alcune persone del luogo, una squadra del Soccorso alpino ha rapidamente trovato e ricondotto la ragazza alla propria autovettura.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Roma: tragico incidente in via Casilina. Francesco Ferrara muore a 18 anni