Roma, saltò sulla volante per Italia-Spagna: punito con 3 anni senza tifo

L'inosservanza del provvedimento può costare da uno a tre anni di carcere e una multa da 10mila a 40mila euro

controlli polizia

A un mese di distanza arriva una pesante sanzione per uno dei vandali visti in azione nella Capitale durante gli Europei di calcio.

Il giovane, dopo la partita Spagna-Italia del 6 luglio, “festeggiò” saltando sul tetto di una volante della polizia

C.C., queste le sue iniziali, era stato filmato mentre saltava sul cofano e sul tetto di una volante della polizia.

L’occasione per dare in escandescenze quella sera furono i festeggiamenti in piazza Cinecittà per la vittoria della nazionale di calcio italiana contro la Spagna.

Il video in seguito era finito su vari social con il logo “Gregna Mafia”.

Il 26enne romano, prontamente identificato dagli agenti di polizia, era stato denunciato per vilipendio della Repubblica, delle istituzioni costituzionali e delle forze armate.

Durante la perquisizione a casa del giovane, erano state rinvenute e sequestrate sostanze stupefacenti e per C.C. erano quindi scattate le manette.

Il questore, visto il comportamento scellerato del 26enne in occasione di manifestazioni sportive, ha emesso nei suoi confronti un Daspo, notificatogli ieri dagli agenti del commissariato Romanina.

Il giovane non potrà accedere per tre anni all’interno degli stadi e di tutti gli impianti sportivi del territorio nazionale dove si giocano incontri di calcio a qualsiasi livello.

La violazione di questo provvedimento potrà costargli la reclusione da uno a tre anni e una multa da 10mila a 40mila euro.

Roma, atti vandalici durante i festeggiamenti di Italia-Spagna: arrestato 25enne

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.