Covid-19: “Cautela nelle vacanze”. In discoteca con il green pass

Le dichiarazioni del professor Ricciardi e del commissario Figliuolo

bonus

Quest’anno la grande novità, rispetto a dodici mesi fa, è rappresentata dalla campagna vaccinale.

Fondamentale in questa fase non ripetere gli errori commessi l’estate scorsa

Una consapevolezza, quella degli ottimi risultati ottenuti finora grazie ai vaccini, che non deve spingere la popolazione a sottovalutare i rischi ancora presenti.

Serve evitare gli stessi errori dello scorso anno e utilizzare i mesi estivi non solo per le vacanze, ma anche per la preparazione alla ripresa scolastica e lavorativa“, questo l’invito di Walter Ricciardi, consulente del ministro della Salute per l’emergenza coronavirus e docente di Igiene all’università Cattolica di Roma.

Una cautela che va applicata anche ai viaggi “per evitare gli errori e la superficialità della scorsa estate“, sottolinea sempre Ricciardi.

Alla luce delle sempre più insidiose varianti diventa ancora più cruciale la campagna vaccinale perché così “quelle dominanti troveranno una popolazione protetta e immune“, soprattutto nelle fasce più fragili.

L’obiettivo principale al momento è quello di raggiungere gli oltre tre milioni di ultrasessantenni che non hanno ancora ricevuto il vaccino.

In discoteca ma solo con il green pass

Per quanto riguarda un’altra fascia d’età al centro di molte polemiche in questi mesi, il commissario per l’emergenza coronavirus Francesco Figliuolo, ha dichiarato durante un’intervista al programma Domenica In che “i giovani devono poter tornare in discoteca, ma con atteggiamento responsabile e con il green pass“.

L’immunità di gregge

L’immunità di gregge in Italia «è all’80% dei 54 milioni della platea di vaccinabili, e sono assolutamente convinto che raggiungeremo questo obiettivo a fine settembre. Ma bisogna andarsi a vaccinare, come dimostra anche l’esperienza di altri Paesi a un certo punto si fa fatica a trovare i vaccinandi. Ma di vaccini a Rna (Pfizer e Moderna) ne abbiamo a sufficienza, a luglio solo poco meno di giugno. Ora usiamo AstraZeneca solo per la seconda dose agli over 60 e Johnson per le persone difficili da individuare o per categorie particolarmente mobili». Così il commissario Figliuolo a Domenica In.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Covid-19, l’appello dell’assessore: “Senza mascherina all’aperto mantenere alta la guardia”