Infernetto, volevano indietro i loro soldi: in tre prendono a pugni un meccanico

Pretendevano indietro i loro soldi dal meccanico con, in aggiunta, altri interventi sulla loro auto. i Carabinieri di Ostia hanno arrestato tre persone, responsabili di un tentativo di estorsione e di una violenta aggressione

incidente cantiere nautico

Pretendevano indietro i loro soldi dal meccanico con, in aggiunta, altri interventi sulla loro auto. i Carabinieri di Ostia hanno arrestato tre persone, responsabili di un tentativo di estorsione e di una violenta aggressione. Si tratta di due fratelli romani di 48 e 34 anni e un 25enne di origine romena, tutti residenti all’Infernetto.

Sono stati arrestati e denunciati, a vario titolo, per tentata estorsione, lesioni personali, violazione degli obblighi inerenti la sorveglianza speciale di pubblica sicurezza e resistenza a pubblico ufficiale.

Volevano i soldi indietro e altri lavori sulla vettura: picchiato il meccanico

Erano tutti con precedenti ed uno in particolare già sottoposto alla misura della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza. Si sono presentati presso un’officina meccanica dove uno di loro aveva lasciato, pochi giorni prima, la propria autovettura per la manutenzione.

I tre hanno bloccato il titolare dell’officina, al quale hanno richiesto la restituzione di quanto pagato e, in aggiunta, l’effettuazione di ulteriori riparazioni al mezzo. Al netto rifiuto del meccanico, l’hanno ferocemente aggredito causandogli gravi traumi al volto.

I malviventi sono stati bloccati da alcune pattuglie dei carabinieri che, allertate da un vicino della vittima, sono prontamente intervenute sul posto. La vittima è stata affidata alle cure dei sanitari, mentre gli aggressori sono finiti in manette. 

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Leggi anche: Ostia, arrestati due spacciatori prima che gettassero la cocaina nel water

Ostia, arrestati due spacciatori prima che gettassero la cocaina nel water