Fiumicino: decolla il progetto della Liburna. Delegazione cinese fa visita al cantiere

La campagna di sensibilizzazione sta sortendo i suoi frutti e sempre più persone da tutto il mondo si stanno interessando all'opera

liburna

Decolla il progetto della Liburna romana di Fiumicino. La campagna di sensibilizzazione sta sortendo i suoi frutti e sempre più persone da tutto il mondo si stanno interessando all’opera. Una delegazione di un’importante impresa cinese recentemente ha fatto visita al cantiere, complimentandosi con i promotori dell’iniziativa.

La Cina si interessa alla Liburna di Fiumicino: una delegazione ha fatto visita al cantiere

Dopo la ricostruzione dei ponteggi, grazie al contributo di un’impresa privata, i lavori sono ripresi grazie ai 30mila euro stanziati dalla Regione con Lazio Crea (leggi qui). In prima linea sempre il Sistema Archeoambientale Integrato Fiumicino-Ostia (SAIFO), che ha presentato il progetto e che sta curando la campagna di sensibilizzazione dal titolo “Entra nella storia” che spiega le motivazioni per cui si sta costruendo la nave e quale sarà il suo utilizzo (si parla di creare nuovi posti di lavoro per gestire quella che a tutti gli effetti dovrebbe diventare una grande attrazione turistica del territorio), in vista del crowfunding internazionale.

La Liburna  – spiega il portavoce del Comitato Saifo, Raffaele Megna – è la migliore rappresentazione dell’antico mestiere dei maestri d’ascia che va protetto e rilanciato, ma anche perché questa opera posizionata accanto al Museo delle Navi ed inserita nell’antico bacino del Porto Imperiale di Claudio, è il più efficace biglietto da visita per tutte le bellezze turistiche dei territori fra Fiumicino e Ostia“.

Dopo anni di stop  – l’opera, infatti, era stata iniziata nel 2001 dalla famiglia di maestri d’ascia Carmosini – il cantiere è finalmente ripreso e gli operai sono a lavoro per completare la fedele ricostruzione, a grandezza naturale, di una nave da guerra romana lunga 37 e larga 7 metri, con due ordini di voga.

Recentemente la visita inaspettata: Felix Lee, Overseas Managing Director di “Ehang“, una società con sede a Guangzhou, in Cina, specializzata in Urban Air Mobility, che sviluppa e produce droni e veicoli aerei autonomi e per passeggeri, si è recato presso il cantiere della Liburna.

Ad accompagnarlo il Presidente di Assonautica Acque Interne Lazio e Tevere, Piero Orlando, il designer Giancarlo Zema, accolti dal maestro d’ascia Oscar Carmosini, e dal Comitato Promotore Saifo. Presenti anche il vicesindaco Ezio Di Genesio Pagliuca, il Presidente del Consiglio Comunale, Alessandra Vona, il Capo gruppo Pd, Stefano Calcaterra.

La visita – aggiunge Megna – ci ha dato una grande soddisfazione perché il fatto che una grande impresa cinese che si occupa di droni per il trasporto di persone, possa trovare interesse per il progetto Liburna ci conferma che il turismo del futuro è fatto della miscela fra amore ed evocazione del passato attraverso l’altissima tecnologia“. – conclude il portavoce di SAIFO.

canaledieci.it è su Google News:
per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie clicca su questo link digita la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Liburna a Fiumicino. Anche il Parco Archeologico si interessa al progetto