Via Ostiense: riasflaltata la strada dove è morta Elena Aubry

Loading the player...

Via Ostiense: riasflaltata la strada dove è morta Elena Aubry. “Si è aspettata la tragedia”. Così Graziella Viviano, la mamma di Elena Aubry, ha commentato l’annuncio dei lavori di riasfaltatura appena terminati sulla via Ostiense.

Via Ostiense: riasflaltata la strada dove è morta Elena Aubry

«Ecco la via Ostiense come non l’avete mai vista, una strada importantissima che l’amministrazione a cinque stelle ha rimesso a nuovo, con lavori a regola d’arte che dureranno nel tempo.» Con queste parole la presidente del Decimo Municipio Giuliana Di Pillo ha annunciato la fine dei cantieri nel tratto tra via Lucio Lepidio e la casa cantoniera all’altezza di Cineland. (leggi qui la notizia)

Un entusiasmo poco gradito da chi, come Graziella Viviano, la madre di Elena Aubry, su quell’asfalto ha perso una figlia.

«Adesso sembra un tavolo da biliardo, ora lì non si può morire come è successo ad Elena – si legge in un messaggio apparso sul profilo Facebook della donna – non so cosa provo, mi chiedo perché si debba arrivare a pagare con delle vite, prima di intervenire. Perché bisogna aspettare che qualcuno muoia e a volte neanche questo è sufficiente? Perché per fare l’ovvio nel nostro paese, bisogna insistere ed insistere finché diventa evidente che l’ovvio vada fatto? adesso su quella strada transiteranno altre persone, altre moto e forse neanche si accorgeranno della foto di mia figlia – conclude Graziella Viviano – torneranno alle loro case, andranno al mare e la loro vita andrà avanti normalmente”.

 

Leggi anche: Elena Aubry, le ceneri rubate tornano a casa: corteo di motociclisti per accompagnare la mamma

Elena Aubry, le ceneri rubate tornano a casa: corteo di motociclisti per accompagnare la mamma