Roma, sgominata la gang che speronava le auto e rapinava guidatori: arrestati 3 stranieri

Tre stranieri arrestati in possesso di droga e indagati per alcune rapine messe a segno sempre con lo stesso modus operandi, speronando e aggredendo gli automobilisti con la loro auto

ROMA-GANG-POLIZIA-RAPINE-SPERONAVA-AUTO-
Immagine di repertorio.

Roma: nel tempo erano diventati il vero e proprio terrore degli automobilisti della Capitale, che uno dopo l’altro venivano speronati con violenza inaudita, e rapinati da una gang spietata che metteva a segno colpi in serie. La polizia li ha incastrati, facendo scattare le manette per tre stranieri.

Tre stranieri arrestati in possesso di droga e indagati per alcune rapine messe a segno sempre con lo stesso modus operandi, speronando e aggredendo gli automobilisti con la loro auto

Adesso, tre colombiani di 21, 24 e 30 anni, dovranno rispondere di  varie rapine tutte con la stessa tecnica: affiancare e speronare con la loro auto i malcapitati automobilisti, sbarrargli la strada e rapinarli sotto la minaccia di pistole o botte da orbi.

Rintracciati nelle scorse ore dalla polizia di stato a Tor Bella Monaca, in quel caso erano stati trovati a bordo di un’auto due criminali su tre – di 21,24 e 30 anni, hanno cercato di scappare dando vita a un inseguimento da film d’azione per le strade del quartiere di Roma est, ma senza successo.

Bloccati e identificati, ora la polizia cercherà di risalire con esattezza al numero delle rapine messe a segno dagli indagati con questa tecnica.

Tutto è partito dal ritrovamento dell’auto usata dal trio di colombiani per i loro blitz, rintracciata mesi fa in zona Porta Furba, nel quale l’automobilista derubato era stato “alleggerito” di denaro, cellulare e bancomat, prima che i rapinatori  scappassero via.

Dopo lunghe indagini, una macchina con a bordo due dei tre ricercati è stata intercettata su viale dell’Archeologia e dopo l’inseguimento c’è stato l’arresto, con tanto di lancio dal finestrino di una quantità di droga anch’essa recuperata e confiscata.

Dopo altre ricerche, anche la terza persona è stata trovata e arrestata, con il sequestro di altra droga.

I tre gli indagati ora dovranno rispondere del reato di rapina in concorso.

Infine, sempre recentemente, a Roma un senzatetto brasiliano appena uscito da un ospedale capitolino ha aggredito una donna al volante di un’auto ferma al semaforo, a scopo di rapina, entrando dentro l’auto e mettendole le mani al collo.

Come sempre ricordiamo che ogni indagato è presunto innocente fino a irrevocabile e definitiva sentenza di condanne e le prove si formano nei vari gradi del processo. Ora ci si trova ancora nella fase delle indagini preliminari.

Se vuoi approfondire questi argomenti, clicca sulle parole chiave colorate d’arancione e leggi gli articoli pubblicati di recente sul nostro sito web d’informazione, www.canaledieci.it.