Alle porte di Roma, 22enne colombiano prende l’auto in prestito e sparisce: denunciato

Il giovane colombiano ha chiesto e ottenuto in prestito da un amico l'auto sulla quale è stato trovato a bordo dopo essere scomparso nel nulla

PORTE-ROMA-CARABINIERI-22-ENNE-PRENDE-PRESTITO-AUTO-NON-RESTITUISCE-DENUNCIATO-

Alle porte di Roma, nel territorio compreso tra Palombara Sabina e Fiano Romano, i carabinieri di Monterotondo hanno completato una serie di pattugliamenti e controlli per la repressione di vari tipi di reato. In uno di questi, un giovane colombiano è stato denunciato per appropriazione indebita.

Il giovane colombiano ha chiesto e ottenuto in prestito da un amico l’auto sulla quale è stato trovato a bordo dopo essere scomparso nel nulla

Nel dettaglio, il giovane sudamericano, un 22enne colombiano, nei giorni scorsi si era fatto dare in presto l’auto sulla quale i  militari dell’Arma l’hanno sorpreso alla guida, che non aveva più restituito al legittimo proprietario, un suo amico.

A quel punto, ricevuta la denucia dal derubato della sparizione del suo veicolo, i carabinieri hanno fermato il ragazzo sudamericano durante un posto di blocco e, dopo averlo identificato, l’hanno denunciato a piede libero all’Autorità Giudiziaria per il reato d’appropriazione indebita.

Gli stessi carabinieri, nella stessa serie di controlli di sabato 9 marzo, durante la notte sono riusciti a intercettare in strada anche un altro mezzo di trasporto risultato rubato da giorni, un furgone, e lo hanno restituito al proprietario.

Inoltre, i militari hanno provveduto a mettere agli arresti domiciliari un latitante del quale non è stata resa nota l’identità, che era da tempo irreperibile per scampare a un precedente ordine di carcerazione emesso dalla procura capitolina.

Nello stesso contesto dei serrati controlli nelle zone della provincia romana, sono stati fatti anche alcuni arresti per droga: i carabinieri hanno denunciato due cittadini albanesi, un 36enne trovato in possesso di alcune dosi di cocaina, materiali da confezionamento e oltre 1800 euro in banconote ritenute provento di attività illecita e un 30enne trovato in possesso di oltre 8 dosi di cocaina e 1300 euro in contanti.

Sempre ieri, sabato  9 marzo, vi abbiamo raccontato di altri controlli anti-degrado fatti dai carabinieri a Roma città, che hanno comportato la chiusura per 7 giorni di un bar ritenuto dai militari dell’arma un abituale ritrovo di malviventi tutti gravati da precedenti reati.

Se vuoi approfondire questi argomenti, clicca sulle parole chiave colorate in arancione, contenute dentro a questo pezzo, e leggi gli altri articoli presenti e pubblicati di recente sul nostro sito web d’informazione, www.canaledieci.it.