Castelli Romani, sabato 3 febbraio splendido percorso di trekking: come partecipare

Un percorso di trekking naturalistico dove esplorare storia e archeologia attraversando splendidi itinerari dei Castelli Romani, nel primo weekend di febbraio

CASTELLI-ROMANI-3-FEBBRAIO-TREKKING-NATURALISTICO-
Trekking, foto di archivio

Per quanto riguarda le iniziative immerse nella natura, tra sport e camminate all’aria aperta, non c’è forse nulla di meglio, nella provincia romana, dell’area dei Castelli, dove questo sabato 3 febbraio ci sarà, dalla mattina alla sera, un lungo percorso che permetterà di visitare e passare in mezzo a panorami da sogno, da Velletri fino a Rocca di Papa.

Un percorso di trekking naturalistico dove esplorare storia e archeologia attraversando splendidi itinerari dei Castelli Romani, nel primo weekend di febbraio

In particolare, la partenza avverrà dunque dopodomani da Velletri, sabato 3 febbraio dalle 8.30 di mattina e come detto si concluderà nel territorio del comune di Rocca di Papa, in un itinerario che dalla cittadina veliterna passerà per Lariano e permetterà di passeggiare, gratuitamente, esplorando  scenari cari ad Artemisio.

L’iniziativa è spiegata e promossa dall’Ente del Parco dei Castelli Romani, che specifica come in un esteso percorso trekking si vedranno opere rinomate presenti in questo territorio, dalla Fontana Marcaccio al Maschio d’Ariano, approfondendo con la guida esperta di trekking la vegetazione, gli aspetti della morfologia della zona, con note che arriveranno a descriverne anche la storia e la parte archelogica, per un totale di 8 chilometri di passeggiata veloce.

Gli interessati, dovranno prenotarsi in tempo utile a quest’evento gratuito e poi presentarsi al luogo da dove partirà la passeggiata trekking, ovvero a Velletri, presso la sbarra di via Fontana Marcaccio, da dove ci si incamminerà per una giornata davvero memorabile e piena di spensieratezza.

Durante la passeggiata verranno approfonditi aspetti che  riguarderanno l’ambiente, la vegetazione circostante, la fauna, la morfologia, la storia e l’archeologia che si trova nella zona, davvero ricca di bellezze naturali sotto tanti punti di vista.

Per quanto riguarda la lunghezza totale del percorso di trekking tra storia e natura, in questo caso ci si aggira sugli  8 km, dunque si consiglia di essere ben allenati e indossare scarpe ed indumenti comode, adatte a questa disciplina sportiva e funzionali a mantenere comfort e praticità durante tutto il tragitto, soprattutto con grande attenzione alla traspirazione.

Non andranno dimenticati neanche la preparazione di snack “al sacco” come frutta secca e cioccolato e un quantitativo adeguato d’acqua per non sentire fatica, fame o sete durante la manifestazione.

Chi volesse prenotare per partecipare dovrà scrivere una mail indicante come oggetto e nel testo l’incursione in questione, nome, cognome, numero delle persone partecipanti e un recapito telefonico, meglio se cellulare, per essere ricontattati, scrivendo un messaggio di posta elettronica firmato alla casella mail: prenotazioniescursioniparco@gmail.com.

Ci sarà, per chi arriverà per primo e si prenoterà per tempo, entro la gioranta di domani, 2 febbraio, la possibilità – fino a esaurimento posti – di parcheggio auto nelle vicinanze della partenza dell’itinerario trekking.

Lo scorso 30 gennaio, pochi giorni fa, in un altro nostro approfondimento, per chi ama celebrare e festeggiare il  Carnevale, vi abbiamo descritto tutte le idee e le iniziative che verranno realizzate ad Anguillara in questo periodo.

Se vuoi approfondire questi argomenti, clicca sulle parole chiave colorate in arancione e leggi gli articoli presenti e correlati, sul nostro sito web d’informazione, Canaledieci.it.