Roma, va a fuoco appartamento: 91enne ricoverata in codice rosso per intossicazione

Devastato un appartamento al decimo piano di una palazzina e gravemente intossicata la proprietaria, una 91enne ricoverata in codice rosso

Mattinata drammatica quest’oggi, martedì 30 gennaio, in zona Fonte-Ostiense Laurentino, quado un incendio divampato con violenza inaudita al decimo piano di una palazzina popolare a Roma sud ha devastato l’abitazione di una signora di 91 anni che è rimasta gravemente intossicata dai fumi sprigionati dal rogo.

Devastato un appartamento al decimo piano di una palazzina e gravemente intossicata la proprietaria, una 91enne ricoverata in codice rosso

In particolare, l’incendio odierno è avvenuto poco prima delle 11 del mattino in zona Laurentino, al civico 29 di via Paolo Buzzi e tutto sembrerebbe aver avuto origine da un cortocircuito agli impianti dell’abitazione, come risulta dai primissimi riscontri.

La donna, padrona di casa, è stata ricoverata d’urgenza in ospedale, per l’intossicazione derivante dall’aria irrespirabile a seguito dell’incendio, con fumi tossici ad inondare la casa della 91enne che è stata pesantemente danneggiata.

Del caso si stanno occupando i carabinieri, arrivati sul posto con varie pattuglie, in coordinamento con i pompieri e il 118 che si sono attivati per dare supporto ai militari dell’Arma per quanto di loro competenza.

Sicuramente un mezzo miracolo è già stato fatto dai vigili del fuoco estraendo la donna dalla casa ormai in preda alle fiamme, e le sue condizioni sono monitorate costantemente.

La vittima intossicata è una signora 91enne rimasta vedova e sopraffatta dal fumo inalato in grande quantità mentre si trovava a letto in camera sua ed ora è ricoverata all’ospedale Sant’Eugenio di Roma in codice rosso.

Sono in corso varie verifiche, prima fra tutti la conformità degli impianti dell’abitazione e l’agibilità dello stabile.

Similmente, sempre oggi, 30 gennaio, vi abbiamo raccontato di un altro grave incendio che ha reso inagibile un palazzo dell’Arpa a Roma Cinecittà, obbligando in quel caso a sgomberare l’intero stabile, di fatto inagibile, per motivi di sicurezza.

In quel caso l’incendio sembrerebbe scaturito da un cortocircuito originatosi per cause da chiarire a partire da un locale tecnico situato nel seminterrato.

Se vuoi approfondire questi argomenti, clicca sulle parole chiave colorate in arancione e leggi gli articoli presenti e correlati, recentemente pubblicati sul nostro sito web d’informazione, Canaledieci.it.

NEWS IN AGGIORNAMENTO