Roma, ferito al collo con una bottiglia rotta: 30enne in codice rosso. Caccia all’aggressore

Durante una rissa in strada, un uomo è stato ferito gravemente a viso e collo dal suo assalitore, che poi è scappato

ROMA-FERITO-COLLO-BOTTIGLIA-ROTTA-CACCIA-AGGRESSORE-
Ferito a bottiglie

Roma: morire per una lite per giunta alimentata da futili motivi, in strada, nel proprio quartiere, questo potrebbe accadere a un 30enne che lotta tra la vita e la morte dopo essere stato gravemente ferito da una bottiglia rotta.

Durante una rissa in strada, un uomo è stato ferito gravemente a viso e collo dal suo assalitore, che poi è scappato

Così si è aperta quest’oggi la giornata di un uomo che poco prima delle 7 di stamane, lunedì 29 gennaio, ha lottato, per cause ancora da accertare, ma, sembrerebbe, si tratti di futili motivi, venendo però sopraffatto dal suo avversario, che lo ha sfregiato profondamente tra viso e collo e poi è scappato.

L’aggressione è avvenuta al Quarticciolo, periferia est della città eterna, quando la vittima era nelle vicinanze di un’edicola al civico 966 di viale Palmiro Togliatti, con la giugulare che è stata mancata davvero per pochissimo, motivo per il quale, seppur malmesso, l’assalito, un egiziano 30enne, ha qualche speranza di sopravvivere.

Immediatamente i carabinieri del nucleo radiomobile, dopo alcune chiamate che in mattinata segnalavano la presenza di un ferito grave a terra, arrivati sul posto hanno provveduto a far ricoverare in ambulanza il cittadino africano, e portato in ospedale – al vicino policlinico Casilino – dal personale medico dell’Ares 118.

Man mano che le ore passano le possibilità che l’egiziano possa salvarsi aumentano, ma tuttora l’uomo è in codice rosso e non ancora totalmente fuori pericolo, né può parlare agli inquirenti, che intanto analizzano i video delle telecamere presenti in zona e qualsiasi altra traccia esistente sulla scena del crimine, per rintracciare e arrestare chi lo ha ridotto in fin di vita.

Si spera che l’uomo ricoverato possa riprendersi e parlare presto, per dare nuovi particolari utili ai carabinieri, su chi e perchè lo abbia ridotto in quello stato.

Proprio oggi, 29 gennaio, vi abbiamo invece descritto di un’altra vicenda avvenuta al Quarticciolo, quando un altro straniero, un marocchino, ha aggredito a colpi di tirapugni, dopo essere scappato in sella a un motorino rubato, i poliziotti che tentavano di fermarlo.

Se vuoi approfondire questi argomenti, clicca sulle parole chiave colorate in arancione e leggi gli articoli presenti e correlati, pubblicati di recente sul nostro sito d’informazione, Canaledieci.it.

NEWS IN AGGIORNAMENTO