Roma, scappa su scooter rubato e aggredisce col tirapugni la polizia: marocchino arrestato

Marocchino 28enne forza posto di blocco e sperona l'auto dei poliziotti in sella a un motorino rubato, poi li picchia col tirapugni

PORTE-LATINA-MINACCE-VICINI-CASA-37ENNE-ARRESTATO-

A Roma per le strade del Quarticciolo se ne sono viste davvero di tutti i colori, con un incidente, l’inseguimento dello scooterista, un marocchino 28enne, che in sella ad un motorino rubato aveva provocato il sinistro, scontrandosi con l’auto della polizia e aggredendoli con un tirapugni per non farsi catturare.

Marocchino 28enne forza posto di blocco e sperona l’auto dei poliziotti in sella a un motorino rubato, poi li picchia col tirapugni

E, come ciliegina sulla torta, il mezzo a due ruote era anche stato rubato qualche giorno prima: per questo motivo, armato di coltello e tirapugni, il 28enne ammanettato, sarà indagato anche per resistenza a pubblico ufficiale, avendo assalito gli agenti.

Il tutto è avvenuto nella notte di ieri, 28 gennaio, quando in una domenica che andava ormai esaurendosi, l’indagato nordafricano forzava un posto di blocco, sgasava e dava il via alla fuga in sella a un motorino modello Sym, prendendo anche alcune strade contromano, per non farsi mancare nulla.

Ormai alle strette, l’arrestato ha colpito in pieno la volante della polizia, ma, claudicante e ammaccato, ha lasciato a terra il motorino scappando a piedi, e una volta raggiunto dai poliziotti in via Cerignola ha provato la difesa disperata, attaccandoli a colpi di tirapugni.

Ne è nata una colluttazione durissima, ma gli agenti l’hanno spuntata, disarmandolo e ammanettandolo, sequestrando il tirapugni e trovando anche un coltello d’illecita provenienza, così come era stato rubato a dicembre ad Ischia lo scooter sul quale il 28enne viaggiava.

Sospetto inoltre il fatto che tra i documenti del motorino fosse presente anche la carta di circolazione di un’auto rubata a Terracina, nel litorale in provincia di Latina, che si cercherà di ricondurre ad eventuali altri episodi criminosi.

Con un corollario di reati da far rabbrividire, ora il giovane, identificato come un senzatetto già noto alle forze dell’ordine e con precedenti, è stato ora messo a disposizione dell’autorità giudiziaria che ne deve convalidare a breve l’arresto.

Se vuoi approfondire questi argomenti, clicca sulle parole chiave colorate in arancione, e leggi gli articoli presenti e correlati, sul nostro sito d’informazione, Canaledieci.it.