Pesta l’ex convivente in un supermercato, lei si difende a colpi di bottiglia: arrestato

Per l'uomo prima sono scattate le manette e poi è stato medicato in pronto soccorso: l'ex convivente si è difesa a colpi di bottiglia

CERVETERI-LADRI-CASA-RAZZIA-
Nel supermercato sono intervenuti i carabinieri

Segue l’ex convivente in un supermercato e poi la strattona contro gli scaffali e la prende a pugni in faccia. Lei, terrorizzata, afferra una bottiglia di ferra e si difende colpendolo alla testa. Sono dovuti intervenire i carabinieri l’altra sera in un mini market di via Anagni, a Centocelle, per bloccare un 41enne romano, particolarmente manesco, che aveva deciso di pestare l’ex convivente da lui perseguitata da mesi.

Per l’uomo prima sono scattate le manette e poi è stato medicato in pronto soccorso: l’ex convivente si è difesa a colpi di bottiglia

Sul posto – su segnalazione di alcuni clienti – sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Roma Casilina. Per l’uomo è scattato l’arresto in flagranza con l’accusa di stalking, ossia atti persecutori.

La vittima, una donna di 51 anni, ha riferito di essere stata aggredita dall’ex convivente, con pugni al volto e spintoni dopo essere stata afferrata dalle spalle e scaraventata contro gli scaffali.

Raccolta la denuncia, i militari d’intesa con la Procura della Repubblica, hanno arrestato l’uomo, già noto alle forze dell’ordine, e che anche in loro presenza ha continuato ad offendere e tentare di sferrare calci nei confronti della donna.

Le contusioni della donna, soccorsa al pronto soccorso del Policlinico Umberto, sono state giudicate guaribili in otto giorni.

Anche lui in ospedale

Dopo l’arresto, anche l’uomo è stato trasportato al pronto soccorso del Policlinico Tor Vergata per la bottigliata alla testa. Il colpo gli aveva procurato un grosso bernoccolo, non sono stati necessari punti di sutura.

Una volta dimesso il 41enne è stato portato nel carcere di Regina Coeli dove il Tribunale di Roma ha convalidato l’arresto e confermato la custodia cautelare in carcere.

I carabinieri hanno anche acquisito il filmato del sistema di videosorveglianza interno al minimarket che ha immortalato l’aggressione. L’ennesima nei confronti della donna, che da mesi pedinata e insultata, aveva già presentato altre denunce.

Il precedente

Un paio di giorni fa sempre i carabinieri hanno arrestato un 31enne sudamericano che da mesi sottoponeva a violenza la compagna, nella loro abitazione di Marina Tor San Lorenzo.

L’ultima volta l’aveva pestata di botte e poi sequestrata per una notte in bagno.