Ariccia, 47enne accoltellato e portato in ospedale da due conoscenti: è in fin di vita

Un 47enne di Albano è stato portato gravemente ferito, contuso e accoltellato, all'ospedale di Ariccia da due suoi conoscenti di nazionalità albanese

Il 17enne arrestasto, minacciava la nonna col coltello

Ad Ariccia un uomo italiano di 47 anni è stato gravemente ferito, malmenato e misteriosamente accoltellato al torace e in una vicenda che è un vero e proprio rompicapo, con tanti punti oscuri.

Un 47enne di Albano è stato portato gravemente ferito, contuso e accoltellato, all’ospedale di Ariccia da due suoi conoscenti di nazionalità albanese

I carabinieri stanno indagando, dopo che la vittima è stata portata moribonda al pronto soccorso della cittadina dei Castelli Romani da due albanesi, suoi conoscenti, con il polmone lacerato in profondità.

In particolare ora il 47enne, residente ad Albano, è in prognosi riservata, ricoverato in codice rosso dopo aver subito profonde ferite al torace, frutto di alcune coltellate ed è in terapia intensiva.

Stanotte, sabato 23 dicembre, erano circa le 4.40 quando al Nuovo ospedale dei Castelli Romani ad Ariccia sono arrivati il ferito e due suoi amici, due albanesi e un italiano – l’aggredito – con il 47enne che aveva i vestiti completamente macchiati di sangue per le ferite riportate.

Intervenuti, i carabinieri della compagnia di velletri hanno parlato con i due albanesi che hanno accompagnato il ferito all’ospedale e li hanno interrogati per capire cosa sia successo, in una notte intrisa di sangue.

L’uomo che ora lotta tra la vita e la morte, un italiano, era anche gravemente contuso, con ferite, lividi e tagli sulle mani.

I due albanesi, identificati, sono persone già note alle forze dell’ordine, al momento risultano reticenti e non hanno dato informazioni utili ai militari dell’Arma, dicendo solo che l’uomo era stato aggredito ad Ariccia.

Proprio oggi, sabato 23 dicembre infine vi abbiamo raccontato di un’altra tremenda vicenda avvenuta a Roma, quando un uomo, armato di coltello, è stato catturato solo dopo aver seminato il panico brandendo un coltello in giro per Trastevere e dintorni.

In particolare, in manette è finito un malvivente romano 36enne che in poche ore ha minacciato e terrorizzato in preda all’ira, impugnando l’arma bianca, alcune attività commerciali, con quattro persone che sono state vittime della sua follia.

Se vuoi approfondire questi argomenti, clicca sulle parole chiave colorate in arancione e leggi gli altri articoli presenti sul nostro sito d’informazione, Canaledieci.it.

NEWS IN AGGIORNAMENTO